Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
RSS di - ANSA.it Conte, 'L'Ue superi il rigorismo miope, combattere l'instabilità' - LA DIRETTA - Tim: Vivendi chiede al cda l'assemblea - Katy Perry entra nei mondo dei videogame - Borse Asia caute con telefonata Usa-Cina - Il mago di Ozio - «Così i boss di Mafia Capitale hanno sfruttato a Roma  i politici corrotti» - Roma, incendio al Tmb Salario: la zona nord della città avvolta da una densa nube di fumo - Fatture elettroniche: dal 2019 saranno obbligatorie, ecco  gli ostacoli da superare - Macron, sfida all'Ue per spegnere la rabbia - Il pensiero unico della ferocia - Così Macron assomiglia un po' a Di Maio - Incendio al Tmb Salario: brucia impianto per trattare rifiuti a Roma. Nube di fumo visibile da varie zone: "Tenete le finestre chiuse" -
Euler Hermes


homepage : articolo
Lotta alla povertà e all'usura
di Redazione Web (del 20/03/2008 @ 18:40:46, Sezione Economia)

Banca di Verona e Fondazione Tovini contro povertà e usura: nuova convenzione. Raddoppiano gli importi prestati, fino a 30mila euro, e l’istituto scaligero si fa parzialmente carico delle perdite sui crediti erogati in convenzione, una novità per un istituto bancario Verona, 18 marzo 2008. Sono stati ben ben sette milioni le persone sotto la soglia della povertà, in Italia, nel 2006.

In Veneto, l’incidenza della soglie di povertà è passata dal 4,5 al 5% della popolazione tra il 2005 e il 2006. L’Istat fissa la soglia di povertà sulla base dei consumi: si tratta di un spesa mensile pari a 582,20 euro per un single, 970,34 euro per una famiglia di due persone e 1581,65 euro per una famiglia di quattro persone. Nel nord Italia le famiglie povere presentano una spesa media mensile di 797,62, dunque la spesa mensile è, in realtà, ancora più bassa della soglia di povertà. Secondo l’Isae, però, l'Istituto di Studi e Analisi Economica (ISAE), Centro studi del Ministero del Tesoro, già chi guadagna meno di 1300 euro al mese si sente povero. Secondo l’Adusbef, a Verona nel 2007 sono aumentati del 22% i pignoramenti immobiliari, la media italiana è del 23%. Stando ai dati della Regione Veneto, sono oltre 1200 le persone senza fissa dimora a carico delle amministrazioni locali, di cui 350 a Verona, mentre per il Rapporto statistico 2007 indica come a rischio povertà il 5,9% della popolazione regionale, circa 481.000 persone. 230mila, di queste, vivono sotto la soglia di povertà.

Meno diffusa, ma molto insidiosa, la piaga dell’usura. Il commissario straordinario per il racket in esecuzione della legge 108/92 di prevenzione dell’usura e della 44/99 di soccorso alle vittime dell’usura, ha accolto, nel 2006, 208 domande ed erogato 13,2 milioni, 7,7 per estorsione e 5,5 per usura nel 2006. Dall’emanazione della legge 44/99 sono stati erogati 94,7 milioni, di cui 58,7 per estorsione e 36 per usura. Attualmente il fondo di solidarietà ha a disposizione 180 milioni Per intervenire in soccorso delle fasce più deboli della società veronese, la Fondazione Beato Giuseppe Tovini e Banca di Verona credito cooperativo cadidavid intensificano la collaborazione iniziata nel 2006, siglando una nuova convenzione che riunisce il progetto di “Microcredito di soccorso” con quello “anti-usura”. L’obiettivo è di dare una risposta concreta alle necessità finanziarie di quelle persone e quelle famiglie che potrebbero risolvere gravi problemi con prestiti di entità modesta, adeguando la convenzione ai nuovi e sempre maggiori problemi cui vanno incontro le famiglie veronesi più sfortunate. Finanziamenti che il sistema bancario difficilmente concede poiché i livelli di reddito non sono tali da garantirne il rimborso: con la nuova convenzione Banca di Verona raddoppia il limite massimo erogabile, fino a 30mila euro, e arriva a farsi carico fino al 40% delle perdite sui crediti erogati in convenzione con la Fondazione Tovini. Una novità, per un istituto di credito. Lo scopo del micro-credito è, quindi, la crescita del tasso d’inclusione finanziaria delle nuove povertà: in prevalenza giovani, donne, non percettori di reddito fisso, immigrati, con situazioni familiari atipiche e meno stabili e non proprietari di prima casa. Fondazione Tovini, dunque, individuerà i casi bisognosi, siano essi persone in difficoltà o vittime dell’usura, e si farà garante con Banca di Verona che erogherà fino a 30mila euro per famiglia per il micro-credito e per caso per le vittime dell’usura, a tassi agevolati, pari al tasso euribor a tre mesi (al momento dell’erogazione) più un punto percentuale. Il tasso rimane, poi, fisso e, dunque, chi riceve il prestito ha la certezza della somma da rimborsare. “La Fondazione è stata istituita sette anni fa dalla Diocesi di Verona – spiega Mons. Giancarlo Agnolini, uno dei fondatori, tuttora Presidente del Consiglio Generale della Fondazione Tovini – per la gestione di un Fondo di solidarietà antiusura che intervenga a soccorso di persone, famiglie o piccole imprese in difficoltà economiche. Decine di volontari, con specifiche competenze offrono consulenza e aiuto alle vittime dell’usura. L’attività della fondazione è improntata, quindi, al principio della Responsabilità Sociale”. Principio che ispira anche l’azione del credito cooperativo, nato sul territorio per lo stesso motivo, dare una risposta concreta alle persone in difficoltà. L’istituto scaligero è già partner di alcuni progetti di micro-credito di soccorso in Ecuador e in Cile. Interventi che mirano a sostenere e promuovere lo sviluppo di casse rurali sul territorio, secondo il modello italiano del credito cooperativo. Una formula che ha avuto successo negli anni ed è tuttora in crescita: trattenere in loco le risorse create, evitando la concentrazione della ricchezza nelle città e il suo trasferimento all'estero.

“Siamo una banca moderna, ma la nostra attività è e rimane improntata alla nostra missione che è quella di sostenere e favorire lo sviluppo delle persone e del territorio – commenta Stefano Bianchi, Presidente di Banca di Verona Credito cooperativo cadidavid – anzi, se non ponessimo sempre maggiore attenzione alle dinamiche del mercato e alla gestione, non riusciremmo neanche a portarla avanti, la nostra missione. Non ha senso, però parlare di promozione del valore economico, sociale e culturale di una comunità locale quando si verificano e sono in sempre maggior aumento i casi di persone e famiglie ai limiti della soglia di povertà”. Sono queste le motivazioni che hanno indotto Banca di Verona a studiare questa seconda convenzione con Fondazione Tovini. La Fondazione, utilizzando la rete di centri d’ascolto delle parrocchie e delle associazioni che fanno capo alla Diocesi scaligera, individuerà i casi bisognosi persone fisiche e/o famiglie. Fino ad ora, Fondazione Tovini ha erogato 583.323 per la prevenzione dell’usura e 96.750 di micro-credito. “Esistono persone – aggiunge Renzo Giacomelli, Presidente della Fondazione “Beato Giuseppe Tovini” che soffrono di discriminazione finanziaria, persone moralmente e socialmente normali: corrette ed oneste, ma solo escluse dai circuiti finanziari perché hanno un reddito inferiore a quella assunto come “soglia” per una gestione redditiva della clientela dai circuiti finanziari tradizionali. Non possono, quindi, chiedere prestiti e, ovviamente, hanno una propensione al risparmio nulla. La situazione di queste persone, invece, era molto meno “trascurata” circa 15-20 anni fa perché esistevano nella Banche risorse umane che operavano con una struttura più personalizzata che avevano una diretta percezione del territorio e del tessuto sociale in cui operavano, che potevano valutare le cosiddette “garanzie sociali”: cioè conoscevano quanto una persona fosse radicata nel proprio ambiente, quanto teneva al suo “buon nome”, alle amicizie, al giudizio della comunità di appartenenza e quindi meritevole di fiducia anche se sotto i “target” imposti dall’operatività bancaria”.

Banca di Verona al legame con il territorio ha improntato tutta la propria azione. Lo stesso consiglio d'amministrazione, che si riunisce ogni quindici giorni per valutare tutte le pratiche di affidamento, rispecchia fedelmente attività e professionalità delle comunità in cui la banca opera. Inevitabile, dunque, la partnership con la Fondazione Tovini. I finanziamenti sono rimborsabili in rate mensili per un periodo che va dai 3 ai 5 anni. Le spese di istruttoria sono limitate a 10 euro per ogni prestito. Nella valutazione della concessione del prestito ci sono anche delle condizioni basilari che devono essere rispettate: § che il prestito basti a risolvere il caso § che preveda la sicura restituzione § che preveda un'indicazione della fonte certa del rimborso § che il beneficiario abbia detto all'ascoltatore tutta la verità Alcune tipologie di intervento: Il caso di malattia, pagamento bollette, tasse e multe particolari non dovuti ad irresponsabilità, per superare un "dissesto economico recuperabile" per incidente imprevisto fisico o finanziario, transitoria disoccupazione superata, lavori urgenti in casa, sfratto dall'abitazione, truffa subita non colpevole, spese per cura di tossico-dipendenti, riparazione di dissesti economici del coniuge a vantaggio di coniuge non colpevole ecc. Se l'iter dell'istruttoria si conclude positivamente, la richiesta di prestito è inviata ad uno degli Istituti Bancari convenzionati, il quale - anche in presenza delle garanzie- svolge una sua istruttoria autonoma.

Articolo articolo  Storico storico Stampa stampa
 
# 1
googlewqpzjg.com,http://www.giornaleadige.it/IT/articolo.asp?articolo=2493800522
di  Anonimo  (inviato il 26/05/2012 @ 02:02:11)
# 2
googlescbvtz.com,http://www.giornaleadige.it/IT/articolo.asp?articolo=2493733839
di  karen millen sale dresses  (inviato il 22/06/2012 @ 14:33:33)
# 3
googleuiaejc.com,http://www.giornaleadige.it/IT/articolo.asp?articolo=2493473824
di  mulberry factory shop  (inviato il 01/08/2012 @ 18:34:19)
# 4
googleoxvhjf.com,http://www.giornaleadige.it/IT/articolo.asp?articolo=2493132926
di  the mulberry bags  (inviato il 07/09/2012 @ 17:20:26)
# 5
Keep up the great work, you guys do alot of good and deserve the up most respect for ur bravery and dedication to the community.
di  karen millen dresses  (inviato il 07/09/2012 @ 20:49:58)
# 6
hi i like to receive daily religion thoughts thank you
di  2012 Michael Kors handbag  (inviato il 09/09/2012 @ 21:26:38)
# 7
Had a great time at the office today... got my colors changed! i love Dr. Spillers office and they are all so nice
di  moncler men  (inviato il 21/09/2012 @ 11:17:29)
# 8
We Love you all, You do a wonderful job of making everyone feel so comfortable when in the office!
di  2012 Michael Kors bags  (inviato il 22/09/2012 @ 00:02:52)
# 9
Great resource. Keep it up!! Thanks a lot for interesting discussion, I found a lot of useful information! With the best regards!
di  cheap adidas shoes for sale  (inviato il 06/10/2012 @ 00:54:15)
# 10
Great website!! Must have really exceptional staff as well!!
di  best price supra shoes  (inviato il 07/10/2012 @ 20:24:06)
# 11
googlegeimcz.com,http://www.giornaleadige.it/IT/articolo.asp?articolo=2493378538
di  Australia ugg  (inviato il 10/11/2012 @ 09:32:13)
# 12
googlepoywtc.com,http://www.giornaleadige.it/IT/articolo.asp?articolo=2493410612
di  Australia ugg boots  (inviato il 16/11/2012 @ 15:27:40)
# 13
Love everyone in the office!!! Love the bread i get when i leave!! thank you!! Dawn Young
di  Men Moncler Jackets Online Sale  (inviato il 29/11/2012 @ 19:28:17)
# 14
googlefjtsah.com,http://www.giornaleadige.it/IT/articolo.asp?articolo=2493379051
di  moncler jackets sale  (inviato il 20/12/2012 @ 14:10:14)
# 15
vengo con questo messaggio dimostrato un servizio ben ricevuto io ho contattare il sig. Massimo per una domanda di credito tra privato che ho ricevuto. Il credito di una creazione del mio progetto, di una somma di 10.000€ indipendentemente dall'importo che desiderate. Siete schedati, divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di finanziamento, una cattiva cartella di credito o necessità di denaro per pagare fatture, fondo da investire sulle imprese. Allora se avete necessità di prestito di denaro non esitate a contattarla per e-mail: massimodeta12@gmail.com
di  maria  (inviato il 09/08/2016 @ 04:21:34)
Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
email


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (143)
Ambiente (767)
Appuntamenti (70)
Arte (219)
Attualità (870)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1469)
Cultura (210)
Economia (1038)
Happy hour (122)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (523)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (987)
Scuola (221)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (376)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (872)
Spin Doctor (63)
sport (156)
Tempo libero (106)

Archiviati per mese:
Novembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top