Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
Conte «corregge» la manovra. Slittano tetto ai contanti e multe legate al Pos - Ecco come cambiano le misure su bonus, partite Iva, pagamenti, evasione fiscale - «Sembriamo pro evasori»  La manovra e i malumori  nella chat tra gli eletti M5S - Matteo Salvini e «La Bestia»: ecco come catturare 4 milioni  di fan sui social - RepTv - Meno spesa, più tasse - Dove arriva la Lega di Roma - Chi paga il conto dell'improvvisazione -
Euler Hermes


homepage : articolo
GIUNTA APPROVA ALIQUOTE IMU E TASI 2014. ECCO L'ELENCO DELLE DETRAZIONI
di Redazione Web (del 16/06/2014 @ 17:38:02, Sezione Cronaca)
La Giunta comunale ha approvato oggi le aliquote Imu e Tasi per il 2014. “Dato l’ulteriore taglio di 31 milioni di euro ai trasferimenti dello Stato centrale al Comune di Verona – ha detto il Sindaco Flavio Tosi - nel decidere le aliquote Imu e Tasi abbiamo cercato di creare un equilibrio che andasse a colpire il meno possibile alcune categorie. Purtroppo ogni volta che vengono ridotti significativamente i trasferimenti agli Enti locali, questi ultimi sono costretti ad aumentare le tasse. In questo momento si cerca di non penalizzare eccessivamente le prime case e alcune attività importanti per l’indotto che generano per la città, in termini di economia e posti di lavoro”. “In sostanza - spiega l’assessore al Bilancio e Tributi Pierluigi Paloschi- rispetto alla proposta iniziale elaborata dalla Giunta nell’ambito del bilancio di previsione 2014, nella proposta di delibera approvata oggi sono state apportate alcune modifiche: siamo intervenuti per andare incontro alle categorie economiche, diminuendo l’Imu di mezzo punto rispetto alla proposta iniziale: teatri, alberghi, opifici, fabbricati industriali e commerciali, se utilizzati dal proprietario, pagheranno il 7,6 per mille, aliquota che verrà versata interamente allo Stato, senza alcun introito per il Comune. Per quel che riguarda le aree fabbricabili, i cui valori sono rimasti invariati rispetto a tre anni fa –prosegue Paloschi- siamo andati incontro alle aree Peep, che potranno tagliare del 50 per cento l’imponibile”. Le altre modifiche rispetto alla proposta iniziale della Giunta riguardano l’aliquota Tasi per le unità immobiliari locate a canone agevolato, fissata al 2 per mille (la prima ipotesi era dell’1 per mille), che viene pagata dal proprietario al 70 per cento e dall’inquilino al 30 per cento e l’aliquota Tasi per le unità immobiliari concesse in comodato gratuito a parenti di primo grado, che resta fissata all’1 per mille, ma solo se il comodatario appartiene a nucleo familiare con Isee non superiore a 15 mila euro l’anno. L’aliquota Tasi dell’abitazione principale è stata fissata al 2,5 per mille, con detrazioni decrescenti in base alla rendita catastale: euro 200 fino a rendita catastale pari a euro 350; euro 100 da rendita catastale 351 a 600 euro; euro 50 da rendita catastale 601 a 750 euro; nessuna detrazione per rendita catastale da euro 751 in su.
Articolo articolo  Storico storico Stampa stampa
 
Nessun commento trovato.

Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
email


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (143)
Ambiente (767)
Appuntamenti (70)
Arte (219)
Attualità (870)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1469)
Cultura (210)
Economia (1040)
Happy hour (122)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (523)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (989)
Scuola (222)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (376)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (872)
Spin Doctor (63)
sport (156)
Tempo libero (106)

Archiviati per mese:
Agosto 2019
Marzo 2019
Novembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top