www.giornaleadige.it

 

homepage : articolo : stampa
Il pulmino Fevoss del progetto “Solidarietà in Viaggio” va a fuoco!
di Redazione Web (del 29/08/2007 @ 10:46:02, Sezione Solidarietà)
Si è ricorsi all’intervento dei bravi vigili del fuoco per scongiurare il peggio. Il fuoco però, causato da un corto circuito dell’impianto elettrico, ha comunque divorato una parte del pulmino attrezzato per il trasporto disabili di proprietà della benemerita associazione di volontariato veronese. Come ogni giorno l’automezzo percorreva le strade di Verona per il trasporto di persone bisognose di cura, di terapia , di visita macinando parecchi chilometri di strada, ma incurante della fatica e del lodevole quanto gratuito servizio dato dai volontari. Cittadini solidali, non eroi dunque che avvertono come semplice responsabilità civile l’adempimento di quel loro libero e quotidiano impegno. Si è trattato di uno sciagurato evento che avvilisce tutti i volontari della Fevoss dalla Sede Centrale alle zone della provincia ove sono presenti con i loro preziosi servizi socio sanitari. Certe cose non dovrebbero accadere a chi si dedica con generosità agli altri più in difficoltà. E se accadono bisogna leggervi la parte meno dolente fosse semplicemente quella che tutte le persone trasportate erano giunte tranquillamente a casa con la gioia del servizio ricevuto. Ore difficili per la rete di solidarietà Fevoss che ne esce scossa poiché non c’è danaro per affrontare l’impegnativo costo di riparazione. Chissà se qualche istituto di credito o attività imprenditoriale potrà intervenire con carattere straordinario e di emergenza. Come pure si auspica nella generosità dei cittadini veronesi, che non ha mai deluso, perché la “Solidarietà in Viaggio” possa continuare ad essere esercitata in nome di tutti. In questi casi, la solitudine che i volontari Fevoss sconfiggono in tante persone, sarebbe ancor più problematica, se come risposta trovasse l’indifferenza. Per poter fare un’offerta a FEVOSS Federazione dei Servizi di Volontariato Socio-Sanitario onlus, deducibile dalla dichiarazione dei redditi secondo le leggi vigenti, ci sono varie possibilità: Versamento su c/c postale 11903374 indicando la causale “pro-pulmino” Versamento su c/c bancario 5545465 Unicredit Banca Ag. Porta Vescovo ABI 2008 – CAB 11704 Versamento su c/c bancario 4438 Banco Popolare Vr-No Ag. Veronetta ABI 5188 – CAB 11711 Per ulteriori informazioni telefonare allo 045-8002511 (Segreteria FEVOSS).

 

 giornaleadige.it © Copyright 1999-2018 Tutti i diritti riservati. - Privacy