www.giornaleadige.it

 

homepage : articolo : stampa
Camorra. Don Luigi Merola a Verona
di Redazione Web (del 23/05/2011 @ 16:34:55, Sezione Cronaca)
Il Sindaco Flavio Tosi ha incontrato questa mattina in Sala Arazzi don Luigi Merola, a Verona per presentare il suo ultimo libro “Il cancro sociale: la camorra”. All’appuntamento con il sacerdote, impegnato contro la criminalità organizzata, erano presenti il Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri Paolo Edera, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Bruno Biagi, il responsabile dell'Ufficio scolastico provinciale Giovanni Pontara, il Procuratore militare di Verona Enrico Buttitta, il Viceprefetto di Verona Lucio Parente, in rappresentanza del Prefetto Perla Stancari, e l’assessore al Commercio del Comune di Lavagno David Di Michele. “Ringrazio don Merola per aver portato nella nostra città e ai nostri ragazzi un messaggio importante – ha detto Tosi - nell’anniversario della strage di Capaci i giovani hanno la possibilità di rendersi conto che devono essere loro i protagonisti di una rivoluzione culturale che contrasti la criminalità organizzata, a maggior ragione ora che le associazioni a delinquere operano anche vicino a noi. Il mio impegno sarà quello di continuare a collaborare con don Merola e a dar vita a iniziative comuni perché questo messaggio sia sempre più forte e chiaro”. “Questo libro – ha spiegato don Merola – oltre ad essere fonte di sostentamento per la Fondazione “'a voce d''e Creature” vuole testimoniare la presenza a Napoli di persone che reagiscono alla Camorra e dar voce ai bambini che hanno vissuto sulla loro pelle quello che si può considerare un vero e proprio cancro del nostro territorio. Oggi una rivoluzione culturale è possibile e deve cominciare dai giovani e dalle scuole”. In mattinata il Sindaco Tosi e don Merola hanno incontrato gli studenti del liceo scientifico Messedaglia. Durante l’incontro, al quale erano presenti il preside del liceo Giancarlo Peretti e il Comandante Edera, sono stati proiettati due filmati, uno su Giovanni Falcone, di cui oggi ricorre il diciannovesimo anniversario dalla morte, e uno sull’attività di don Merola a Napoli. L’appuntamento si è concluso con le domande e gli interventi degli studenti.

 

 giornaleadige.it © Copyright 1999-2019 Tutti i diritti riservati. - Privacy