www.giornaleadige.it

 

homepage : articolo : stampa
La figlia del giudice Chinnici contro la mafia
di Redazione Web (del 06/11/2013 @ 10:42:45, Sezione Appuntamenti)
L’Amministrazione Comunale e l’Istituto Comprensivo di Oppeano (Vr) incontrano Caterina Chinnici, figlia del Giudice Rocco Chinnici e Capo del Dipartimento Minorile del Ministero di Giustizia, in un convegno pubblico dedicato agli alunni delle scuole primarie e secondarie e aperto a tutti i residenti; l’appuntamento è per sabato 9 novembre p.v. alle ore 11, nell’aula magna della scuola media “Giovanni XXIII” di Oppeano (via Aldo Moro, 12). Il convegno, dal titolo significativo “Per continuare a non dimenticare. Lotta alla mafia: volti e storie da conoscere”, onora la memoria di Rocco Chinnici, giudice di Palermo e fondatore del Pool antimafia al quale aderirono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, vittima della criminalità organizzata. Chinnici fu infatti ammazzato il 29 luglio 1983, a 58 anni: il magistrato divenne un bersaglio da colpire dopo l’ideazione della struttura atta a combattere la mafia siciliana. Chinnici venne ucciso con un’auto imbottita di tritolo che gli esplose davanti a casa, in via Pipitone Federico; assieme a Chinnici morirono i Carabinieri Mario Trapassi e Salvatore Bortolotta e il portiere del palazzo, Stefano Li Sacchi. L’incontro di sabato p.v. con la dott.ssa Caterina Chinnici è stato fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale e dall’Istituto Comprensivo, per far conoscere agli studenti, attraverso una testimonianza vera, persone illustri come il Giudice Chinnici, che sacrificò la vita nella lotta alla criminalità organizzata. Data l’importanza dell’argomento, i residenti sono invitati numerosi a partecipare all’incontro si sabato 9 novembre p.v. alle ore 11 in aula magna della scuola media di Oppeano, a ingresso gratuito.

 

 giornaleadige.it © Copyright 1999-2019 Tutti i diritti riservati. - Privacy