www.giornaleadige.it

 

homepage : articolo : stampa
Dalla notizia al caso, il passo breve
di Redazione (del 25/02/2006 @ 09:06:00, Sezione Pecora Nera)

La notizia è la stessa, su questo non c’è dubbio. Solo che a cambiare è il modo con il quale l’hanno trattata gli organi di informazione locali. E in particolare i due quotidiani cittadini: quello “istituzionale” di vicolo Stella e l’inserto di corso Porta Nuova. Il primo, nell’edizione del 7 febbraio, pubblica una semplice notizia di cronaca, taglio basso di pagina 11: “Ebreo minacciato da magrebini” è il titolo, e nel pezzo viene riportata la disavventura di un signore italiano, di origini cilene, aggredito da sei individui (nordafricani, specifica lui stesso) su un autobus per il solo fatto di indossare un orecchino a forma di stella di David. Passano due settimane, ed esattamente mercoledì 22 febbraio il Corriere di Verona apre con un titolo che non lascia spazio alla fantasia: “Ebreo aggredito: Distruggeremo la tua razza”. E parla senza mezzi termini (facendo parlare, tra gli altri, il procuratore Papalia) di “aggressione razzista in piena regola” e di “fatto inquietante”, al punto da metterlo in relazione con altri casi del genere che negli ultimi anni hanno  portato alla ribalta l’anima nera di Verona, etichettata come “città razzista”: vedi i buuuu degli ultras dell’Hellas, il barista che si rifiuta di servire gli extracomunitari, l’autista dell’Amt che butta fuori dall’autobus due giovani di origini indiane e un’altra ventina di veronesi indagati o condannati per la legge Mancino. Spariti, invece, i riferimenti alle origini nordafricane degli aggressori. Insomma, quanto basta per passare di colpo dalla breve in cronaca all’inchiestona su Verona razzista. Partendo dalla stessa notizia, of course. Misteri del giornalismo....

L'Adige, 25 Febbraio 2006, pag. 1

 

 giornaleadige.it © Copyright 1999-2018 Tutti i diritti riservati. - Privacy