Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
RSS di - ANSA.it Premier: City, vittoria con il record - Germania: Bayern di misura,+9 su Schalke - Donnarumma insultato a San Siro, portiere in lacrime. Enrico Letta sta coi tifosi - Coppa Italia: Milan batte Verona 3-0 e accede ai quarti di finale - Non buon non Natale - Berlusconi: «Se nessuno vince avanti con Gentiloni. Mussolini? Non era proprio un dittatore» «Lo strappo di Salvini? Solo capricci» - Negozi, la battaglia degli orari |Schede La Chiesa: la domenica è per il riposo - Salma Hayek: «Weinstein è stato anche il mio mostro»  Le donne che lo accusano - Berlusconi: "Avanti con Gentiloni se non c'è maggioranza. Poi si rivoterà". Ira di Salvini contro Forza Italia - Turchia, summit Paesi islamici: "Dichiariamo Gerusalemme Est capitale dello Stato di Palestina" - Expo, sindaco Sala accusato di concorso in abuso ufficio. I legali: "Persecuzione della Procura generale" - Bonus mamma, il Tribunale di Milano contro l'Inps: non può negarlo alle straniere senza permesso lungo -
Euler Hermes


homepage : storico per mese (inverti l'ordine)
Elenco articoli pubblicati (in ordine cronologico)

«Abbiamo investito milioni di euro sia a Verona che in provincia, riuscendo a risolvere criticità che si trascinavano da anni». Così Massimo Mariotti, presidente di Acque Veronesi, ha commentato l’approvazione del bilancio relativo all’anno 2013 della società consortile, avvenuto oggi lunedì 30 giugno (era presente l’85% dei soci dell’azienda). Un bilancio all’insegna dell’efficienza, della razionalizzazione, dell’ottimizzazione delle risorse, degli investimenti e di importanti progetti per il futuro. Il bilancio di esercizio, approvato dall’Assemblea dei Soci, ha mostrato dati decisamente positivi. In primo luogo, va sottolineato, un utile pari a 2.584.858 euro, nonostante un budget iniziale previsto in pareggio, ricavi che oltrepassano il livello dei 90 milioni di Euro, 5 milioni in più dell’anno 2012. L’oculatezza delle scelte aziendali ha permesso il raggiungimento di notevoli risparmi. L’AEEGSI (l'Autorita' per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico) ha infatti approvato definitivamente a Novembre 2013 le tariffe 2012 e 2013 ed a Dicembre 2013 ha pubblicato il metodo tariffario definitivo per la determinazione delle tariffe del servizio idrico integrato negli anni 2014-2015, dando garanzia di stabilità e certezza per il biennio in oggetto. Il Metodo Tariffario introduce un nuovo sistema su scala nazionale che, rispettando gli esiti referendari sull’acqua, avrà l’obiettivo, per limitare sprechi dovuti alle criticità degli acquedotti spesso inadeguati (oggi, circa il 30% dell’acqua immessa nelle in reti va persa) di promuovere investimenti, sia sulle strutture esistenti, sia per la realizzazione di nuovi impianti. La società consortile presieduta da circa 2 anni da Massimo Mariotti, con vice Marco Olivati e da Marco Battistoni, consigliere di amministrazione, gestisce il servizio idrico integrato in 74 comuni della provincia veronese, servendo circa 800.000 cittadini, attraverso 5.300 chilometri di acquedotto, 2.500 chilometri di fognatura ed una settantina di impianti di depurazione. La società consortile, dal 2007 ad oggi, ha investito circa 100,6 milioni di euro in infrastrutture. Le tariffe applicate finora da Acque Veronesi sono state tra le più basse di Italia; infatti una famiglia spende mediamente meno di 19 euro al mese per usufruire di oltre 175.000 litri di acqua potabile all’anno. Il volume degli investimenti realizzati nel corso dell’anno è stato pari a 8,3 milioni di euro di opere realizzate, nonostante la difficoltà nell’accedere ai necessari mezzi finanziari per effetto anche della crisi economica e del nuovo quadro normativo in vigore. Tra le opere più significative concluse nel corso del 2013 si possono ricordare la realizzazione e la ristrutturazione della copertura delle vasche di ossidazione del depuratore “Città di Verona” (1.450.500€), delle reti di fognatura e dell’acquedotto del Comune di Mozzecane ( 682.000€). Nel comune di Soave, reti di fognatura ed acquedotto di Borgo Covregnino e Borgo San Lorenzo (550.000€), rete idrica nel quartiere "musicisti" (250.000€), opere di affinamento e disinfezione dello scarico al depuratore di S. Bonifacio (450.000€), allacciamento al collettore di fondovalle dalle frazioni "Arzarè-Regno” nel comune di Bosco Chiesanuova (250.000€), impianti di depurazione e reti di raccolta ad Erbezzo (217.000€), rete fognaria via Cà del Sale nel comune di Ronco all’Adige (176.000€), 1° stralcio del collettamento fognario della frazione Ronconi nel comune di Sant’Anna d’Alfaedo (143.000€), fognatura della frazione di Orsara nel comune di Grezzana (131.000€), rete fognaria di Via Monticelli nel comune di Lavagno (120.000€), rete fognaria del capoluogo di Cerro Veronese (100.000€), collettore fognario a servizio di utenze non servite nel comune di San Mauro di Saline (100.000€), 1° stralcio funzionale della rete idrica e fognaria in zone attualmente prive della rete di distribuzione. Inoltre, per risolvere il problema dell'arsenico nell'acqua, sono stati investiti 97.000 nel comune di Cerea, 92.000€ per le fognature in via Mezzaville nel comune di Salizzole, è stato ultimato il 2° stralcio della rete fognaria di Belfiore (72.000€), la rete fognatura di Via Quintarelli in località San Vito e la rete idrica in Via Crosara nel comune di Negrar (71.000€). Infine Acque Veronesi ha terminato la rete fognaria in via Molinetto nel comune di Monteforte d’Alpone (42.000€) e la fognatura in via Possessione nel comune di Angiari (27.000€). Sempre nel 2013, gli investimenti più significativi che hanno interessato il comune di Verona sono stati: l’estensione della rete fognaria in C.so Milano (circa 75.000€), l’avvio dei lavori per l’adeguamento della rete acquedottistica di via Volte Maso (circa 50.000€), i lavori in via Ponte S. Pancrazio-via 28 Marzo (circa 30.000€) e la sostituzione di un collettore fognario in Via Scalette Rubiani (9.000€). ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
Il tumore del pancreas rappresenta oggi la quarta causa di morte negli uomini e la quinta per le donne, con un’incidenza sensibilmente aumentata negli ultimi trent’anni. In Italia colpisce 9,2 persone ogni centomila abitanti, in parti quasi uguali tra uomini e donne. Nell’80% dei casi alla diagnosi il cancro del pancreas ha già sviluppato metastasi (soprattutto al fegato) o coinvolge i grossi vasi sanguigni circostanti, e questo rende quasi impossibile la chirurgia radicale, considerata il primo passo per aumentare la sopravvivenza. Uno scenario che richiederebbe diagnosi iper-precoci e screening sui soggetti che presentano fattori di rischio come la familiarità, il fumo o l’alimentazione scorretta. Un quadro drammatico, ma anche una sfida per la medicina, alla ricerca di nuovi modelli per la cura di questa patologia. Agli aggiornamenti e ai più recenti sviluppi sul campo è dedicato il Simposio Internazionale sul tumori del pancreas, in programma a Verona dal 3 al 5 luglio: scopo del congresso, che si svolge ogni due anni, è radunare i più importanti oncologi medici, patologi e chirurghi del mondo (ne sono attesi circa 400) nel campo dei tumori del pancreas per confrontare i vari progressi nella diagnostica, chemioterapia e radioterapia, immunoterapia, endoscopia e chirurgia mini-invasiva nell’ambito di una cura multidisciplinare sempre più efficace. Verona è stata scelta per il Simposio 2014 al meeting di Kyoto in riconoscimento del valore internazionale acquisito negli anni dalle strutture sanitarie e accademiche veronesi nello studio e nella cura delle malattie pancreatiche, fino alla costituzione nel 2010 dell’Istituto del Pancreas....

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
«Su molti siti internet stanno circolando informazioni false sul fatto che il primo luglio cambierebbero le modalità per l’esenzione per reddito dal ticket sanitario. Non è assolutamente vero, è una notizia destituita di ogni fondamento, in Veneto non cambia assolutamente nulla!». Con queste parole interviene l’Assessore regionale alla sanità del Veneto Luca Coletto per smentire una notizia che si va diffondendo sul web e che sta spingendo molti cittadini preoccupati a rivolgersi agli sportelli delle Ullss. «Non so da dove sia partita questa bufala – aggiunge Coletto – ma so che sta girando copiosamente su internet. Se è uno scherzo è di pessimo gusto; se è un errore bisogna aprire una riflessione urgente sull’informazione incontrollata che gira sul web e che, particolarmente sui temi della sanità, è molto pericolosa».
Articolo articolo Commenti commenti (3)  Storico storico  Stampa stampa
 
di Redazione Web (del 26/06/2014 @ 11:58:02, Sezione Politica)
Il Partito Democratico di Verona avvia una serie di iniziative a sostegno dei propri amministratori. Si inizia sabato 28 giugno 2014, a San Bonifacio, con l’incontro “I fondi regionali: una guida per i Comuni” che si terrà dalle ore 9.30 alle 12.00, presso la Sala Civica Barbarani in Piazza Costituzione. Tra i relatori, oltre al neo Sindaco Giampaolo Provoli, il segretario provinciale PD Alessio Albertini, il responsabile Enti Locali Marco Taietta, i consiglieri regionali Franco Bonfante e Roberto Fasoli. «Siamo consapevoli che molti cittadini veronesi hanno dato un grande credito di fiducia ai nostri candidati» spiega ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (2)  Storico storico  Stampa stampa
 
In occasione della festa patronale, venerdì 27 giugno all'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar sarà inaugurato il Ciclotrone con Radiofarmacia per la produzione di radiofarmaci. Si tratta di un evento considerevole per lo sviluppo della Sanità veronese e veneta, in quanto il Ciclotrone di Negrar è il più potente acceleratore di particelle tra quelli presenti in Italia e uno dei più potenti d’Europa. La macchina (dal peso di 28 tonellate) consentirà la produzione di traccianti radioattivi non solo per gli esami PET realizzati nella Medicina Nucleare di Negrar, ma anche per tutte le ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
di Redazione Web (del 26/06/2014 @ 10:47:46, Sezione Politica)
Approvata dal Consiglio comunale con 19 voti favorevoli e 9 contrari, la delibera sulle aliquote Imu e Tasi per il 2014. Con il documento si confermano per l’anno 2014 le variazioni alle aliquote di legge stabilite per l’Imposta Municipale propria (IMU) e si approvano le aliquote del Tributo per i servizi indivisibili (TASI). Rispetto alla proposta iniziale elaborata dalla Giunta nell’ambito del bilancio di previsione 2014, con la delibera vengono apportate alcune modifiche, come: la diminuzione Imu di mezzo punto per le attività commerciali - teatri, alberghi, opifici, fabbricati industriali e commerciali, se utilizzati dal proprietario, pagheranno il 7,6 per mille, aliquota che verrà versata interamente allo Stato, senza alcun introito per il Comune; il taglio del 50 per cento dell’imponibile per le aree Peep. Inoltre, viene modificata l’aliquota Tasi per le unità immobiliari locate a canone agevolato, fissata al 2 per mille (la prima ipotesi era dell’1 per mille), che viene pagata dal proprietario al 70 per cento e dall’inquilino al 30 per cento e l’aliquota Tasi per le unità immobiliari concesse in comodato gratuito a parenti di primo grado, che resta fissata all’1 per mille, ma solo se il comodatario appartiene a nucleo familiare con Isee non superiore a 15 mila euro l’anno. L’aliquota Tasi dell’abitazione principale è fissata al 2,5 per mille, con detrazioni decrescenti in base alla rendita catastale: euro 200 fino a rendita catastale pari a euro 350; euro 100 da rendita catastale 351 a 600 euro; euro 50 da rendita catastale 601 a 750 euro; nessuna detrazione per rendita catastale da euro 751 in su. ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
È il veronese Marco Aldegheri il nuovo presidente di AIS Veneto per il quadriennio 2014 – 2018. Un risultato decretato dopo lo spoglio elettorale del 23 giugno, data dell'election day in cui tutti i soci AIS d'Italia sono stati chiamati alle urne per il rinnovo degli organi sociali nazionali e regionali. Con quasi il 60% dei voti, Aldegheri ha conquistato la presidenza dell'associazione veneta, nel segno della continuità. “Ricevo il testimone da Eddy Furlan” commenta Aldegheri “che ha guidato l'associazione fino a lunedì scorso. La mia presidenza segue però il solco già tracciato, per questo Eddy Furlan resterà ai vertici dell'associazione come mio vicepresidente”. ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
La Giunta comunale, su proposta dell’assessore alla Mobilità Enrico Corsi, in considerazione dei buoni risultati ottenuti lo scorso anno, ha deciso di riproporre, per i mesi di luglio e agosto, la pedonalizzazione di corso Santa Anastasia e via Pellicciai. Il divieto di transito nella nuova area pedonale sarà in vigore tutti i giorni dalle 10 alle 6 del mattino successivo; nella fascia oraria dalle 6 alle ore 10 sarà consentito il carico-scarico delle merci. Lo ha reso noto lo stesso assessore Corsi, che ha precisato “i residenti manterranno ovviamente la possibilità di accesso ai passi carrai, così come mezzi pubblici e taxi continueranno a circolare normalmente”.
Articolo articolo Commenti commenti (5)  Storico storico  Stampa stampa
 
Borgo Rocca Sveva, centro d’eccellenza di Cantina di Soave, annuncia con soddisfazione di aver ricevuto il Certificato di Eccellenza TripAdvisor. L’encomio, che riconosce l’eccellenza da parte dei consumatori nel settore dell’ospitalità, viene assegnato soltanto alle strutture che ottengono regolarmente ottime recensioni su TripAdvisor ed è esteso ai business ricettivi qualificati di tutto il mondo. Per selezionare i vincitori del Certificato di Eccellenza, Trip Advisor utilizza un algoritmo proprietario che tiene conto dei punteggi ottenuti dalle strutture attraverso le recensioni dei visitatori. Le strutture devono mantenere su TripAdvisor un punteggio complessivo di almeno quattro punti su cinque, avere un numero sufficiente di recensioni recenti e occupare una posizione privilegiata nella classifica di popolarità sul sito....

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
Le sfide globali e le nuove frontiere delle ecotecnologie per il trattamento delle acque reflue: dal 23 al 27 giugno Verona si fa capitale mondiale della ricerca nel settore, ospitando la conferenza internazionale ecoSTP2014-Ecotechnologies for Wastewater Treatment, “vetrina” degli studi e prime applicazioni in atto su processi e metodologie di gestione innovative, senza tralasciare sostenibilità tecnica, economica e ambientale. Parallelamente si tiene il meeting plenario del network internazionale Water2020, che promuove lo scambio di esperienze e informazioni tra ricercatori e professionisti di tutta Europa sul tema di una rinnovata concezione di “impianto di depurazione”, per la migliore qualità dell’effluente restituito all’ambiente, il recupero di risorse rinnovabili, il contenimento dei costi e dei consumi energetici, l’efficienza della gestione. La cerimonia inaugurale, al palazzo della Gran Guardia, è stata coordinata dai due presidenti a capo dell’organizzazione, Francesco Fatone (Università di Verona) e Roberto Canziani (Politecnico di Milano). Tra gli ospiti intervenuti, Nicola Sartor (Rettore Università di Verona), Enrico Toffali (Assessore all’Ambiente del Comune di Verona), Marco Ostoich (Direttore Tecnico ARPAV), Renato Drusiani (Consulente Acqua e Ambiente Federutility), Massimo Mariotti (Presidente Acque Veronesi), Alberto Tomei (Presidente Azienda Gardesana Servizi), Oscar Papa (Amministratore unico Depurazioni Benacensi), Luciano Franchini (Direttore tecnico Consiglio di Bacino ATO Veronese), Luca Scappini (Presidente Ordine Ingegneri Verona), e Lorenzo Bardelli (Direttore Sistemi Idrici Autorità Energia Elettrica, Gas e Sistema Idrico). Per Massimo Mariotti «I processi di depurazione rappresentano l’ultimo stadio del processo di convivenza uomo-ambiente in tema idrico. Acque Veronesi gestisce circa 70 depuratori in tutta la provincia scaligera e dedica impegno e attenzione a un tema fondamentale come la depurazione. Tra gli impianti del Veronese, il più grande è quello di Basso Acquar, che serve tutto il territorio del Comune, lavorando su una portata di 30 milioni di metri cubi all’anno (30 miliardi di litri) e un carico di 410 mila abitanti. ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
È operativa la prima Farmacia mobile per emergenze del Triveneto, acquistata dall’Ordine dei Farmacisti di Verona e donata alla neonata Associazione Farmacisti Volontari in Protezione Civile di Verona (anche’essa la prima in tutto il Triveneto), presieduta da Paolo Pomari. Alla realizzazione del mezzo emergenziale che opererà all’occorrenza sull’intero territorio nazionale, hanno collaborato Agifar Verona, l’Associazione giovani farmacisti e Federfarma Verona. Il mezzo presentato in Piazza Bra dal sindaco di Verona Flavio Tosi, con il plauso dell’Assessore alla Sanità della Regione Veneto Luca Coletto, dell’Assessore alla Protezione Civile di Verona Giuliano Zigiotto e di Armando Lorenzini responsabile della Protezione Civile di Verona che lavorerà in sinergia con i farmacisti volontari. Si tratta dell’unico mezzo disponibile non solo nel Triveneto, ma in gran parte del Nord Italia (ne esistono solo 4 sull’intero territorio nazionale a Cuneo, Agrigento, Cagliari e Verona). Il primato territoriale vale anche per la scaligera Associazione Farmacisti Volontari in Protezione Civile poiché le attuali sedi si trovano solo a Cuneo, Reggio Emilia, Agrigento, Cagliari, in Puglia e, appunto, a Verona. I volontari dell’associazione opereranno con la Farmacia mobile in situazioni emergenziali per portare un soccorso alla popolazione che non si limita alla fondamentale distribuzione gratuita dei farmaci, ma viene integrato dalla strumentazione sanitaria in dotazione alla farmacia mobile, come il defibrillatore, la bombola di ossigeno, il saturimetro per evidenziare situazioni di ipossia (carenza di ossigeno), i presìdi per la ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
E’ stato sottoscritto da Confapi Industria Veneto (rappresenta dal Presidente Patrizia Barbieri e dal direttore Pier Orlando Roccato), e Cgil, Cisl, Uil del Veneto l’Accordo Territoriale per la detassazione del salario di produttività per il 2014, che interessa circa 87.000 lavoratori alle dipendenze delle imprese associate. L’accordo si pone in continuità con quello firmato per il 2013 ed è quindi applicabile a tutte le voci retributive erogate, nel corso dell’intero 2014, a fronte delle stesse situazioni che hanno già comportato il riconoscimento dell’agevolazione fiscale per l’anno 2013. Viene così attuata l’intesa raggiunta il 10 giugno scorso, a livello nazionale, tra Cgil-Cisl-Uil e Confapi, la Confederazione Nazionale della Piccola e Media Industria Italiana. L’accordo rende effettive le agevolazioni fiscali legate alla competitività delle imprese: confermando il modello contrattuale strutturato su due livelli (di cui il primo nazionale di categoria e il secondo alternativamente aziendale o territoriale) permette di intervenire nella regolazione del rapporto di lavoro così come richiesto dalla normativa vigente in materia. Grazie a questo accordo le imprese aderenti al sistema di rappresentanza Confapi del Veneto, che applicano i contratti collettivi di lavoro del sistema Confapi, possono ottenere le agevolazioni previste dalla normativa. L’agevolazione sarà riconosciuta sulla quota di retribuzione corrisposta, con le relative eventuali maggiorazioni, come conseguenza della modifica dell’orario attuata in azienda (straordinari, turni notturni, lavoro domenicale e festivo, etc.), modifica che costituisce l’indicatore quantitativo di riferimento sulla base del quale applicare il regime fiscale agevolato. Diminuisce, quindi, lo scarto tra retribuzione effettivamente percepita e costo del lavoro a carico dell'azienda, grazie a una tassazione ad aliquota agevolata del 10 per cento, al posto dell'aliquota fiscale determinata dai singoli scaglioni. «L’accordo sancisce la volontà congiunta di Confapi e delle OO.SS. di dare valore al cosiddetto salario incentivante-di produttività andando a premiare il merito» sottolinea Patrizia Barbieri, presidente di Confapi Industria Veneto. «La tassazione agevolata del salario incentivante era uno strumento atteso dai lavoratori per aumentare il loro potere di acquisto in questo difficile momento di crisi». ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
“Possiamo, e vogliamo, aumentare il valore delle nostre esportazioni di vino del 30 per cento in tre anni: un obiettivo che è alla portata del Veneto, prima regione esportatrice d’Italia con un miliardo 587 milioni di euro, pari al 31,5 per cento del totale nazionale”. E’ questo l’obiettivo enunciato oggi dall’assessore regionale all’agricoltura Franco Manzato, intervenendo a Conegliano al primo incontro nel contesto del tradizionale “trittico” vitivinicolo dedicato alla vendemmia per l’anno corrente, organizzato da Veneto Agricoltura insieme a Europe Direct Veneto, con la collaborazione dell Università di Padova, del Cra-vit di Conegliano e di Arpav –servizio meterologico di Teolo (Pd). “Per poter raggiungere questo risultato – ha aggiunto Manzato – abbiamo avviato una politica di penetrazione commerciale molto forte, aggredendo il problema con l’attuazione di progetti di incoming pluriennali nei mercati più interessanti, con uno stanziamento complessivo di 800 mila euro”....

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
La Giunta comunale ha approvato oggi le aliquote Imu e Tasi per il 2014. “Dato l’ulteriore taglio di 31 milioni di euro ai trasferimenti dello Stato centrale al Comune di Verona – ha detto il Sindaco Flavio Tosi - nel decidere le aliquote Imu e Tasi abbiamo cercato di creare un equilibrio che andasse a colpire il meno possibile alcune categorie. Purtroppo ogni volta che vengono ridotti significativamente i trasferimenti agli Enti locali, questi ultimi sono costretti ad aumentare le tasse. In questo momento si cerca di non penalizzare eccessivamente le prime case e alcune attività importanti per l’indotto che generano per la città, in termini di economia e posti di lavoro”. “In sostanza - spiega l’assessore al Bilancio e Tributi Pierluigi Paloschi- rispetto alla proposta iniziale elaborata dalla Giunta nell’ambito del bilancio di previsione 2014, nella proposta di delibera approvata oggi sono state apportate alcune modifiche: siamo intervenuti per andare incontro alle categorie economiche, diminuendo l’Imu di mezzo punto rispetto alla proposta iniziale: teatri, alberghi, opifici, fabbricati industriali e commerciali, se utilizzati dal proprietario, pagheranno il 7,6 per mille, aliquota che verrà versata interamente allo Stato, senza alcun introito per il Comune. ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
Venerdì 20 giugno inaugura l’attesissima edizione 2014 del Festival lirico all’Arena di Verona. Fino al 7 settembre, 54 appuntamenti con 6 titoli d’Opera e 3 serate d’eccezione presentano il Festival del Nuovo Secolo sul palcoscenico all’aperto più grande del mondo. I grandi nomi del panorama lirico internazionale molto amati dal pubblico dell’Arena si esibiranno, guidati da celebri direttori d’orchestra e registi di fama mondiale, negli immortali titoli Un ballo in maschera e Aida di Verdi, opera proposta in due diversi allestimenti, Turandot e Madama Butterfly di Puccini, Carmen di Bizet e Roméo et Juliette di Gounod, ed in tre serate imperdibili: Plácido Domingo canta Verdi, Roberto Bolle and Friends e Carmina Burana. Il 20 giugno alle ore 21.00 apre il Festival 2014 il nuovo allestimento dell’opera verdiana Un ballo in maschera. Il titolo, che manca dal cartellone areniano dal 1998, è proposto con regia, scene e costumi ideati da Pier Luigi Pizzi, lighting design di Vincenzo Raponi e coreografia di Renato Zanella. Per le 7 serate in programma torna a dirigere l’Orchestra dell’Arena il giovane veronese Andrea Battistoni....

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (4)  Storico storico  Stampa stampa
 
pagine: 1 2


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (141)
Ambiente (759)
Appuntamenti (68)
Arte (216)
Attualità (859)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1462)
Cultura (209)
Economia (1038)
Happy hour (122)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (523)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (963)
Scuola (216)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (371)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (833)
Spin Doctor (63)
sport (154)
Tempo libero (106)

Archiviati per mese:
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top