Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
RSS di - ANSA.it Classifiche Billboard terranno conto dello streaming - Anche Huawei scommette sul telefono pieghevole - Manovra: sconti per tessere bus e treni - Migranti, perquisizioni sulla nave di Save the Children - Migranti, inchiesta sulle Ong: perquisita a Catania la nave  di «Save the Children» - Referendum, cosa cambia ora per Lombardia e Veneto? Tasse, autonomia e «Modello Emilia»: una spiegazione - «Organizzazione pessima»:  la chat interna dei digital assistant ai seggi Audio|Foto Maroni: 'Solo pochi problemi' - Smog, la tregua non è duraturaPer il traffico pronti nuovi blocchi - Migranti: perquisita la nave di Save the Children ormeggiata a Catania - Referendum, in Veneto è quasi plebiscito. Zaia: "È big bang, vogliamo i 9/10 delle tasse". Governo: "Pronti alla trattativa" - Biotestamento, dopo i senatori l'appello dei sindaci: "Subito la legge in aula" - Scuola, Legge di stabilità: super aumento per i presidi, per i docenti 85 euro lordi (ma con beffa) -
Euler Hermes


homepage : storico per mese (inverti l'ordine)
Elenco articoli pubblicati (in ordine cronologico)

Grande basket e giocate spettacolari al Giusti Wine All Star Game 2016 organizzato da EDSport a Castelfranco Veneto: Alberto Causin (Virtus Murano) alza da capitano sia la coppa della squadra vincitrice che il titolo di MVP della manifestazione (29 punti e 34 di valutazione). Il miglior tiratore da 3 punti è Francesco Pressanto (Abano Montegrotto), il re delle schiacciate è Nicolò Damiani (Cestistica Verona).
Questa la cronaca della partita che ha riunito i migliori 24 giocatori veneti dei campionati C e D.
ALL STAR EDSPORT-ALL STAR 24 SECONDI.COM 90-114
ALL STAR EDSPORT: Berto 13 (2/3, 3/5), Crestani 10 (2/4, 2/7), Frusi 2 (1/1, 0/5), Cecchinato 4 (2/5, 0/1), Pressanto 7 (2/2, 1/4), Ambrosin 19 (5/6, 2/6), Rudatis (0/4 da 2), Criconia 5 (1/1, 1/5), Domingo Sese 7 (3/4, 0/4), Damiani 13 2/6, 3/4), Bolcato 10 (2/2, 2/10).
Allenatori: Zappalà - Giordano.
ALL STAR 24 SECONDI.COM: Pranzo (0/2 da 3), Anhaus (0/1, 0/1), Reese 18 6/9, 2/4), Perlini 9 (3/8, 1/4), Mattiello 3 (1/1, 0/1), Maestrello 12, (0/3, 4/5) Alberti 2 (0/6 da 2), Babic 14 (7/11 da 2), Delle Monache 21 (10/12 da 2), Borgo 6 (3/5, 0/1), Causin 29 (9/11, 2/4).
Allenatori: Guerra - Brigo.
ARBITRI: Nalesso e Fior.
PARZIALI: 28-26, 48-63, 74-86.
L'All Star 24secondi.com fa suo il Giusti All Star Game Veneto 2016 con il punteggio di 114 a 90. La selezione allenata da Massimo Guerra (BC Jesolo) e Damiano Brigo (Basket Abano Montegrotto) si è aggiudicata la partita-spettacolo, una passerella natalizia del basket Triveneto organizzata da EDSport al palasport di Castelfranco Veneto (tutto esaurito), con i giocatori più votati dagli addetti ai lavori delle categorie C Gold, C Silver e serie D.
Il primo, è il quarto più aperto e combattuto, con una sfida punto a punto che al termine dei primi 10' vede le squadre per poco appaiate 28-26. Poi gli uomini in maglia bianca sfruttano il quarto coi fiocchi di Alberto Causin ed Andrea Delle Monache (10/12 dall'area) volando 63-48. Un parzialone costruito anche grazie alle ottime penetrazioni a canestro di Reese.
Nella ripresa EDSport tiene testa al team 24 secondi.com: Damiani si esalta dalla linea del tiro da 3 punti ed Ambrosin si dimostra perfetto da sotto. Il divario però rimane il medesimo, e il gap superiore alla doppia cifra viene mantenuto e migliorato dai bianchi negli ultimi 10' quando EDSport si arrende e negli ultimi 2' concede facili canestri per il 114 a 90 finale.
Alla sirena tutti fanno festa complice il carattere amichevole e divertente della manifestazione. Il neo presidente della FIP Veneto Roberto Nardi accompagnato dai consiglieri Lamberto Morello e Stefano Teso premia capitan Causin, mattatore della serata e capitano della formazione vincitrice.
THREE POINTS SHOOTOUT: Tra i 12 partecipanti ha avuto la meglio Francesco Pressanto (Abano Montegrotto, serie D) che dopo essersi qualificato per la finale a 3 con Giuseppe Frusi (Ormelle) e Giacomo Bolcato (Arzignano), ha totalizzato 19 punti contro gli 11 di Frusi e i 14 di Bolcato. Pressanto succede a Simone Bellan (Cus Trento) che si era aggiudicato la gara del tiro da 3 del 2015.
SLAM DUNK CONTEST: A vincere la gara delle schiacciate ed a succedere invece ad Alberto D´Incà è stato Nicolò Damiani (Cestistica Verona) il quale ha totalizzato 102 punti a 90 nella finalissima contro Edoardo Cecchinato (Virtus Resana). A votare, con un punteggio da 0 a 10 ciascuna prova (gli atleti avevano 3 tentativi a disposizione), sono stati proprio i 4 coach che hanno diretto le due selezioni: Zappalà, Giordano, Guerra e Frigo.
Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
Sono state composte le due squadre che si contenderanno l'ambito titolo del "Giusti Wine All Star Veneto" sul parquet dello storico palasport di Castelfranco Veneto costituite dai migliori giocatori di C Gold, C Silver e serie D. Alle 20.30 di venerdì 30 dicembre il via alla manifestazione natalizia che da anni riscuote un grande successo, anche in virtù della formula che prevede oltre alla partita, la gara del tiro da 3 punti e uno slam dunk contest, ovvero una gara che premierà il miglior schiacciatore.
Gli atleti partecipanti sono stati selezionati nei mesi scorsi grazie a delle schede di votazione compilate da ciascuna società e tramite un sondaggio sul web nel portale specializzato playbasket.it.
Queste le due squadre:

All Star EDSport:
Sebastiano Berto (Albignasego Basket)
Elia Crestani (Litorale Nord)
Giuseppe Frusi (Ormelle)
Edoardo Cecchinato (Virtus Resana)
Francesco Pressanto (Abano-Montegrotto)
Lorenzo Ambrosin (BC Jesolo)
Stefano Gallea (Bk 1975 Bassano)
Francesco Rudatis (Bk03 Salzano)
Martino Criconia (Bk03 Salzano)
Pol Domingo Sese (Unione Basket Padova)
Nicolò Damiani (Cestistica Verona)
Giacomo Bolcato (Garcia Moreno Arzignano)
Allenatori: Matteo Zappalà (Cestistica Verona - C Silver) Massimo Giordano (Ormelle - D Blu)

All Star 24secondi.com:
Gianluca Pranzo (Basket Sile Silea)
Tony Reese (Summano Basket)
Alberto Anhaus (Trevignano)
Massimiliano Perlini (Virtus Isola)
Marco Mattiello (Montebelluna)
Matteo Maestrello (BC Jesolo)
Giovanni Basso (Unione Basket Padova)
Nicola Alberti (Ponzano Basket)
Darko Babic (Peschiera)
Andrea Delle Monache (BC Jesolo)
Elia Borgo (Summano)
Alberto Causin (Virtus Murano)
Allenatori: Massimo Guerra (BC Jesolo - C Gold) Damiano Brigo (Basket Abano-Montegrotto - D Verde)
Arbitri: Nalesso e Fior (Treviso)
Partecipanti al "three points shootout": Crestani, Perlini, Frusi, Criconia, Causin, Pressanto, Anhaus, Maestrello, Bolcato, Reese.
Partecipanti allo slam dunk contest: Cecchinato, Damiani, Gallea.
Il "Giusti All Star Game Veneto 2016" è un evento organizzato da EDSport in collaborazione con il comune di Castelfranco Veneto, la FIP Veneto, Olimpia Basket Castelfranco Veneto e 24secondi.com.
Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
Alcuni, come i numerosi appuntamenti nella Giornata Mondiale della lotta al diabete o gli interventi nelle scuole di ogni ordine e grado, sono ormai un must, mentre altri, come lo Studio osservazionale sulla fibrillazione atriale in collaborazione con Azienda Ospedaliera Universitaria di Verona e Fimmg scaligera o l’iniziativa sull’aderenza alla terapia con l’Università di Brescia, sono appuntamenti nuovi che Federfarma ha voluto offrire ai cittadini per aumentarne la qualità di vita e più in generale i servizi rivolti alla tutela della loro salute. «È stato un anno intenso che ci ha visti coinvolti su molti fronti sociali e sanitari con l’obiettivo di rendere la cittadinanza sempre più artefice della propria salute puntando sulla prevenzione ad ampio spettro – spiega Arianna Capri, vicepresidente Federfarma Verona -. Partendo dalla scuola materna con gli interventi sanitari dedicati ai più piccoli il nostro interesse abbraccia tutte le fasce della popolazione con un occhio di riguardo a quelle più deboli come i malati cronici e gli anziani. Nel 2016 si è riconfermata la fondamentale partecipazione delle farmacie veronesi alla campagna di screening colon retto e si è incrementata la partecipazione al progetto Ecofarmacia per la completa sparizione della ricetta cartacea, ma una nuova spinta alla modernizzazione della Sanità è stata fornita anche dalle novità che riguardano il ritiro dei referti in farmacia soprattutto relativi alle analisi ematiche, disponibile da quest’anno presso le farmacie dell’Ulss 20 che hanno volontariamente collaborato, così come il servizio di prenotazione visite ed esami in ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
Ventiquattro top players per una serata di grande basket. Venerdì 30 dicembre con palla a due alle 20.30 scenderanno sul parquet del Palasport di Castelfranco Veneto (di piazza Donatori di Sangue) i giocatori più votati da addetti ai lavori e pubblico nei mesi scorsi. Si tratta dei 24 cestisti giudicati più forti della serie C Gold veneta, C Silver e dei gironi Blu e Verde della serie D. Questi i convocati: Nicola Alberti (Ponzano Basket), Lorenzo Ambrosin (BC Jesolo), Alberto Anhaus (Trevignano), Darko Babic (Peschiera), Giovanni Basso (Unione Basket Padova), Sebastiano Berto (Albignasego Basket), Giacomo Bolcato (Garcia Moreno Arzignano), Elia Borgo (Summano), Alberto Causin (Virtus Murano), Edoardo Cecchinato (Virtus Resana,) Elia Crestani (Litorale Nord), Martino Criconia (Bk03 Salzano), Nicolò Damiani (Cestistica Verona), Andrea Delle Monache (BC Jesolo), Pol Domingo Sese (Unione Basket Padova), Giuseppe Frusi (Ormelle) Stefano, Gallea (Bk 1975 Bassano), Matteo Maestrello (BC Jesolo), Marco Mattiello (Montebelluna), Massimiliano Perlini (Virtus Isola), Gianluca Pranzo (Basket Sile Silea), Francesco Pressanto (Abano-Montegrotto), Tony Reese (Summano Basket) e Francesco Rudatis (Bk03 Salzano).
I 24 giocatori saranno divisi in due formazioni, una sarà denominata All Star EDSport e una All Star 24secondi.com, squadre allenate dai seguenti coach: Massimo Guerra (BC Jesolo - C Gold), Matteo Zappalà (Cestistica Verona - C Silver), Massimo Giordano (Ormelle - D Blu) e Damiano Brigo (Basket Abano-Montegrotto - D Verde).
 Il Giusti All Star Game Veneto 2016 è un evento organizzato da EDSport in collaborazione con FIP Veneto e con Società Agricola Giusti Dal Col di Nervesa della Battaglia (TV).
.
Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
A volte succede che i miracoli si realizzino e non solo perché siamo a Natale. Per il nostro Paese uno dei miracoli più difficili è sicuramente oggi quello della possibilità della politica di rimettersi in piedi dopo una caduta.
Normalmente in questa fase siamo abituati a vedere le situazioni complicate complicarsi ancora di più e quelle drammatiche tendere al tragico. Invece questa volta stiamo assistendo ad una clamorosa e  illuminante ripartenza.
La notte della vittoria dei no al referendum abbiamo visto un leader come Matteo Renzi rivoluzionare la grammatica di tanta comunicazione politica (e in parte anche della sua) e assumersi responsabilità e conseguenze della sconfitta.
E abbiamo anche visto le prime reazioni dei vincitori del no che già rifiutavano di doversi assumere il carico di una responsabilità anche parziale delle future scelte o addirittura del governo. Il governo che è nato dalle dimissioni di Renzi annunciate quella notte è sicuramente più figlio della vecchia grammatica che della nuova.
E tutto è per come si presenta tranne che un aiuto al rilancio del progetto di Renzi. Troppo uguale al precedente per segnare uno scatto e con troppe figure che rappresentano il simbolo di alcune delle ragioni per le quali ha vinto il no come voto sul governo più che sulla riforma costituzionale.
La vicenda della neo ministra dell'istruzione (che ricorda da lontano quella di tre anni fa che accadde a Oscar Giannino) e soprattutto le gaffe in sequenza del ministro Poletti confermano la sensazione di un governo a tratti surreale rispetto sia al risultato del 4 dicembre che alla posizione di attacco assunta quella notte dal segretario nazionale del Pd.
Così surreale che se questo governo dovesse tendere alla fine della legislatura rischierebbe di logorare proprio il segretario del Pd e qualsiasi possibilità del centrosinistra di essere di nuovo competitivo alle prossime elezioni politiche .
Il precedente c'è ed è quello del governo Amato dopo le dimissioni di D'Alema nel 2000 dopo le elezioni regionali. La ripartenza miracolosa però è quella segnata con efficacia proprio da Matteo Renzi all'assemblea nazionale del Pd e nelle azioni che ha cominciato a mettere in campo per realizzare quanto deciso in quella sede.
In primo luogo Renzi ha rappresentato un percorso di avvio della campagna elettorale per le politiche 2017 così accelerato che a pensare con una certa concretezza al voto o a aprile dopo la conferenza programmatica annunciata per febbraio e dopo la revisione della legge elettorale oppure in giugno con le elezioni amministrative forse anche dopo delle possibili primarie di coalizione per la scelta del candidato premier.
Le medesime primarie che Salvini e Meloni hanno annunciato per la coalizione di centrodestra e le medesime on line annunciate da M5s.
È già questo scatto restituisce vitalità alla percezione che la politica offre di sè.
In secondo luogo proprio per dare questa accelerazione sulle elezioni Renzi ha rottamato il congresso anticipato del Pd che rappresentava la garanzia di un allungamento dei tempi che avrebbe portato probabilmente il governo a fine legislatura e quindi il Pd a fine corsa. Senza parlare del fatto che se già sei mesi di campagna sulla riforma costituzionale hanno suscitato le critiche di tanti italiani che sottolineavano la scarsa priorità del tema rispetto alle emergenze da risolvere nel Paese, figuriamoci cosa avrebbero detto in moltissimi nel momento in cui il Pd si rinchiudeva in mesi di campagna congressuale con altissime probabilità di forti contrasti interni e l'emersione della vena autoreferenziale dei partiti che tanto fa scappare i cittadini dalla politica. ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
Il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, insieme ad una delegazione di Stato, composta dal Sindaco di Verona, Flavio Tosi, dal Comandante dei Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, Generale Fabrizio Parrulli, dal Sostituto Procuratore Gennaro Ottaviano e dal Direttore del Servizio Centrale Operativo (SCO) Renato Cortese, si recherà mercoledì 21 dicembre a Kiev per riportare in Italia le 17 opere d’arte trafugate dal Museo di Castelvecchio di Verona. Nel pomeriggio avverrà la cerimomia ufficiale di riconsegna presso il Museo di Castelvecchio delle tele rubate il 19 novembre 2015.
Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
di Redazione Web (del 17/12/2016 @ 17:13:35, Sezione Spettacoli)
Con una “Turandot” luccicosa e fiabesca, magica e incantata, che bene si inserisce nel clima natalizio del periodo, Fondazione Arena di Verona ha inaugurato la stagione operistica al teatro Filarmonico. Pubblico non molto numeroso, assenti totalmente i rappresentanti delle istituzioni. In compenso, prima dell’inizio dello spettacolo, un portavoce dei lavoratori della Fondazione, presenti le delegazioni di tutte le Fondazioni liriche nazionali, ha esposto il disagio e le ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
di Redazione Web (del 15/12/2016 @ 11:58:47, Sezione Sanità)
E' l'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar ad ospitare il 16 e il 17 dicembre il convegno veneto della Società Italiana di Psiconcologia (SIPO). Venerdì i partecipanti rifletteranno sul tema “La cultura dell'accoglienza del paziente oncologico”, mentre il giorno successivo, avrà luogo il primo incontro SIPO Giovani e AIOM Giovani (Associazione Italiana Oncologia Medica), un momento di formazione finalizzato alla trasmissione di nozioni di base relative alla metodologia di ricerca in Psicologia clinica. Sono più di 40 i relatori e i moderatori che nel corso della prima giornata declineranno nei vari aspetti un elemento fondamentale nella presa in carico di ogni paziente in un contesto di umanizzazione delle cure, ma in particolare di coloro che sono affetti da una patologia oncologica. “Il cancro è ancora una malattia che più delle altre, nonostante i progressi della medicina, suscita grande paura, incertezza e angoscia – spiega Giuseppe Deledda, responsabile scientifico del convegno e direttore del Servizio di Psicologia clinica dell’ospedale di Negrar -. Per questo il ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
di Redazione Web (del 14/12/2016 @ 17:10:52, Sezione Spettacoli)
Marco Paolini ha deciso di iniziare un uovo “Album”, con personaggi nuovi e nuovi temi di attualità; con squarci aperti su un futuro possibile alla luce dei mutamenti avvenuti nella nostra vita, artefice soprattutto una tecnologia sempre più pervasiva. L’opera, in elaborazione, ha i testi dello stesso Marco Paolini e di Gianfranco Bettin, scritti a quattro mani. Con il titolo “Studio per un nuovo album. Numero Primo”, è stata presentata a Verona al Teatro Nuovo quale secondo spettacolo del “Grande Teatro”, la rassegna di prosa organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune scaligero. Va intesa come ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
di Redazione Web (del 01/12/2016 @ 16:57:54, Sezione Attualità)
L'istituto Assistenza Anziani premia il prof. Paolo Cendon, uno dei padri della legge sull'Amministratore di sostegnoSono circa te milioni gli italiani che potrebbero aver bisogno dell'amministratore di sostegno. Eppure solo 200mila ne hanno fatto richiesta al giudice, perché si tratta di una realtà ancora poco conosciuta. L'amministratore di sostegno è una figura nata per tutelare chi si trovi nell'incapacità, anche momentanea o parziale, di essere autonomo nell’espletamento delle funzioni della vita quotidiana. È stata istituita con la legge 6 del 2004, andando incontro alle esigenze di molte persone, in special modo anziane, anche aiutandole ad affrontare problemi concreti (come acquistare, vendere, affittare un appartamento o investire somme di denaro). L'amministratore di sostegno può essere, anzi di preferenza lo è, un parente o un convivente, che può essere indicato anche dalla persona stessa, in previsione di una sua futura incapacità anche parziale o temporanea, incaricato di provvedere in tutto o in parte al compimento delle funzioni della vita quotidiana. «Molti degli ospiti delle nostre strutture si trovano in questa condizione - spiega la presidente dell'Istituto Assistenza Anziani di Verona, Anna Maria Leone - e abbiamo incontrati alcuni amministratori di sostegno nei nostri centri servizi. Non vanno a sostituirsi agli ospiti, ma gli sono accanto, come angeli custodi. ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
di Redazione Web (del 01/12/2016 @ 16:29:02, Sezione Sanità)
Venerdì 2 dicembre a partire dalle ore 9 alla Gran Guardia congresso sulle novità del trattamento del tumore al retto. Con cinquantaduemila nuove diagnosi nel 2015 il tumore del colon-retto è tra le neoplasie più diffuse in Italia, con una leggera prevalenza nel sesso maschile. Quindicimila di questi casi riguardano solo i tumori del retto. Il Registro Tumori del Veneto nel 2015 ha registrato oltre 3.300 nuovi casi, il 30% dei quali di cancro al retto. Definito ancora “big killer”, per la neoplasia al retto si è raggiunta una sopravvivenza media a cinque anni di circa il 60% anche per gli stadi più avanzati, con risultati leggermente superiori in Veneto. L'obiettivo di tutti gli specialisti coinvolti nella diagnosi e nella cura di questa neoplasia (oncologi, endoscopisti, radioterapisti e chirurghi) è quello di promuovere la diagnosi precoce e di trattare questa patologia con un approccio multidisciplinare nell’ottica di aumentare sopravvivenza e qualità di vita. Sullo “Stato dell'arte nel trattamento del carcinoma del retto. Controversie ed obiettivi dell'innovazione” si confronteranno nel congresso di domani oncologi, radioterapisti ed i maggiori specialisti e padri della chirurgia laparoscopica e robotica italiana. Ad organizzarlo è la Chirurgia Generale dell'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, diretta dal dottor Giacomo Ruffo, che dal 2014 dispone del robot chirurgico di ultima generazione Da Vinci Xi. Tra i relatori interverranno l'oncologa ...

continua a leggere >>

Articolo articolo Commenti commenti (0)  Storico storico  Stampa stampa
 
pagine: 1


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (141)
Ambiente (758)
Appuntamenti (67)
Arte (216)
Attualità (858)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1462)
Cultura (209)
Economia (1038)
Happy hour (122)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (522)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (959)
Scuola (216)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (370)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (832)
Spin Doctor (63)
sport (154)
Tempo libero (106)

Archiviati per mese:
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top