Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
Open Arms, la procura acquisisce i documenti della Guardia costiera L'Ong dichiara lo «stato di necessità» - L’addio di Conte a Salvini: rottura totale  E sui social il premier supera il ministro Gelo Di Maio contro il «traditore» Matteo  - Turista francese scomparso  in Cilento da 8 giorni L’ultima chiamata al 118: «Aiuto, non sento le gambe»» - La truffa dei Pin dei bancomat: così i ladri agivano alla biglietteria della Stazione centrale di Milano Video - RepTv - Soluzioni deboli e alleanze difficili - Pd, il dialogo non è peccato - Gli ostaggi dell’Open Arms -
Euler Hermes


Elenco articoli pubblicati in questa sezione (in ordine cronologico)

di Redazione Web (del 04/10/2013 @ 19:04:10, Sezione Ambiente)
Sulla collina tra Quinzano e Avesa gli agenti della Polizia Provinciale hanno fermato un pensionato veronese di 62 anni mentre raccoglieva tartufi neri illegalmente. L'uomo, privo del necessario tesserino regionale di idoneità per praticare la raccolta, agiva con l'aiuto del suo cane. ...

continua a leggere >>

 
Stop ai pozzi privati. Entro maggio 2014, più di 2 mila cittadini, residenti a Villa Bartolomea, saranno finalmente serviti dall’acquedotto pubblico. Il comune della bassa Veronese era infatti uno degli ultimi della provincia sprovvisti di una rete idrica. Acque Veronesi, la società consortile che gestisce il servizio idrico integrato in 73 comuni veronesi, attiva la prima tratta dell’acquedotto, là dove attualmente veniva usata acqua prelevata da pozzi privati. Proprio in questi giorni, sono iniziati i lavori che prolungheranno la rete già presente nel comune di Legnago, che sarà estesa dalla frazione di Vigo fino al centro abitato di Villa Bartolomea, tramite una condotta del diametro di 250 mm, posata lungo la strada comunale Rodigina. Una quindicina, le vie interessate dai cantieri, un totale di circa 7,5 km di acquedotto, per un intervento economico complessivo di 1.500.000 di euro, di cui 800.000 finanziati dalla Regione Veneto. Questi i numeri del primo stralcio dell’opera, che riguarderà circa il 40% dell’intera popolazione del comune. In un secondo tempo è prevista la chiusura “in anello” della nuova rete con quella già esistente nel comune di Terrazzo e l’estensione dell’impianto anche alle frazioni di Spinimbecco e Carpi. Il nuovo acquedotto di Villa Bartolomea, quindi, consentirà il collegamento con il sistema idrico dei comuni dell’ex consorzio CISIAG, compresi quelli confinanti con Terrazzo e Legnago, attualmente gestiti da Acque Veronesi. ...

continua a leggere >>

 
E’ stata firmata dal Sindaco Flavio Tosi l’ordinanza che permette la cattura e/o l’abbattimento dei cinghiali selvatici nel territorio comunale. Il provvedimento – analogamente a quanto attuato da altro Comuni della Provincia – si è reso necessario a causa degli avvistamenti sempre più frequenti di cinghiali selvatici nel territorio comunale, in particolare nell’area compresa tra Quinzano, Avesa e le Torricelle, in Valpantena, Valsquaranto, Pian di Castagnè. “La diffusione rapida e incontrollata di questi animali – spiega il Sindaco – ha portato ad un aumento delle incursioni nelle proprietà private. A causa della loro stazza ed aggressività, i cinghiali possono arrecare danni alle proprietà, in particolar modo ai prati e ai fondi agricoli, oltre ad essere fonte di pericoli per la sicurezza stradale. Da qui la necessità del provvedimento, per consentire la cattura o l’abbattimento di quegli animali potenzialmente pericolosi che sconfinano dai loro territori”. Allo scopo di evitare possibili rischi dovuti anche alle reazioni degli animali sull’uomo o sulle cose, in prossimità delle zone abitate è consentita unicamente l’operazione di cattura mediante speciali gabbie dette “chiusini”, così come previsto nelle “Disposizioni tecnico operative in ordine all’attivazione del piano di controllo del cinghiale e sue eventuali ibridazioni per il periodo 2011-2015”, introdotte con deliberazione della Provincia di Verona n.157 del 5 luglio 2012.//] Le operazioni di cattura e/o abbattimento si svolgeranno sotto la responsabilità e il diretto controllo del personale di vigilanza del Corpo di Polizia Provinciale e sono consentite nelle zone del Comune di Verona, con esclusione del SIC (Sito di Interesse Comunitario) “val Galina e Progno di Borago”. L’ordinanza ha una durata di 90 giorni dalla sua entrata in vigore, tempo ritenuto sufficiente per affrontare l’emergenza
 
di Redazione Web (del 15/09/2013 @ 10:58:11, Sezione Ambiente)
«Adesso basta! Tracciabilità dei rifiuti, un dovere rispettare la legge, un dovere rendere fattibile la sua applicazione, ma senza gravare ancora sui costi dell'impresa e senza inefficienze». Lo afferma Angiolina Mignolli, presidente Cna Verona, parlando della decisione del Governo Italiano di avviare per legge il Sistri (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) dal 1º ottobre prossimo, nonostante le osservazioni critiche delle categorie interessate e le stesse avanzate dall’ex Ministro dell’Ambiente Ronchi. Infatti, per gli enti o le imprese che raccolgono o trasportano ...

continua a leggere >>

 
Non solo guinzaglio e museruola in luogo pubblico, ma anche polizza assicurativa di responsabilità civile per i proprietari dei cani aggressivi. Sono queste alcune delle prescrizioni contenute nell’ordinanza del ministro della Salute 6 agosto 2013 e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 209 dello stesso giorno. La nuova disposizione ministeriale va oltre la conferma dell’obbligo incondizionato di museruola e del guinzaglio per tutti i cani aggressivi quando sono in pubblico: prevede ad esempio che Il proprietario di un cane è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell'animale e risponde di danni o lesioni, sia civilmente che penalmente. L’ordinanza stabilisce poi che chiunque, a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà, ne assume la responsabilità per il relativo ...

continua a leggere >>

 
Circa 5 milioni di euro, di cui la metà finanziati dalla Regione Veneto. Queste le cifre relative agli interventi che Acque Veronesi realizzerà a Cologna Veneta per estendere la rete fognaria comunale. I lavori, al via in questi giorni, sono stati presentati oggi nella sede della società consortile che gestisce il servizio idrico in 73 comuni della provincia scaligera. Erano presenti Massimo Mariotti, presidente di Acque Veronesi, il suo vice Marco Olivati, Silvano Seghetto, sindaco di Cologna Veneta e Antonio Pastorello, presidente del Cisiag, consorzio socio di Acque Veronesi. L’opera prevede la realizzazione di quasi 10 km di rete fognaria e 5 impianti di sollevamento per il collegamento delle utenze delle frazioni di S.Andrea e di S.Sebastiano all’impianto di depurazione del capoluogo. La configurazione della rete, prevista con tratti di raccolta a gravità e di rilanci in pressione, darà modo di limitare la profondità di scavo per la posa delle tubazioni e di collegare alla rete più di mille cittadini di Cologna Veneta, che fino ad oggi scaricavano in piccoli impianti privati. La chiusura dei cantieri è fissata entro i primi mesi del 2015. ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 30/08/2013 @ 11:14:58, Sezione Ambiente)
L’associazione Comitato per il Verde in collaborazione con il Comune di Verona, Assessorato all’Ambiente, organizza per domenica 1 settembre 2013 una passeggiata con giochi di gruppo a tematiche ambientali, dedicata a bambini e famiglie, che ci porterà alla scoperta del tratto collinare della cinta muraria magistrale di Verona. L’appuntamento è per domenica 1 settembre alle ore 10.00 presso la batteria di Scarpa (Via San Zeno in Monte, di fronte al civico 21/B). I partecipanti, verranno accompagnati da un volontario dell’associazione che porterà i visitatori alla scoperta di questa parte di Verona che costeggia la cinta magistrale collinare e che offre dei luoghi immersi nella tranquillità e nel verde, in un percorso di ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 12/08/2013 @ 16:36:22, Sezione Ambiente )
Tanti sono i rischi che corre la produzione agricola, molti anche da eventi meteo. Agli agricoltori viene così data la possibilità di accedere a dei contributi, fino a un massimo dell’80%, per far fronte al pagamento dei premi di assicurazione del raccolto E’ necessario però valutare questi danni, farne una stima oggettiva. Proprio per questo Veneto Agricoltura propone dei corsi di formazione per la professione di perito grandine, il prossimo dei quali è previsto nelle giornate di venerdì 13 e sabato 14 settembre dalle ore 9,00 alle 18,00 presso la Corte Benedettina a Legnaro (Pd). L’iniziativa, aperta prioritariamente a laureati in Scienze Agrarie, Forestali, periti agrari, geometri e tecnici, intende preparare, come detto, alla professione di estimatore delle calamità naturali in agricoltura e grandine. In occasione del prossimo ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 05/08/2013 @ 18:21:15, Sezione Ambiente)
Ancora per tutto il mese di agosto sedici autobus ATV circolano per la città di Verona con esposti su retro e fiancate i cinque elaborati vincitori del concorso “ Premio Piccole Impronte” edizione 2012/2013 promosso dalla sede veronese della LAV con il Patrocinio della Provincia di Verona....

continua a leggere >>

 
“Apprendo con soddisfazione che, nella seduta odierna, il Consiglio dei Ministri ha riconosciuto la gravità dell’alluvione che ci ha colpito nel maggio scorso, deliberando lo stato d’emergenza in relazione agli eventi avvenuti dal 16 al 24 del mese”. Lo sottolinea il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia. “Ora ci auguriamo – aggiunge Zaia - che all’atto formale segua lo stanziamento di adeguate risorse, indispensabili per ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 26/07/2013 @ 17:53:30, Sezione Ambiente)
E’ stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore comunale al Decentramento Antonio Lella la campagna di sensibilizzazione “Chi è più animale?” per la raccolta delle deiezioni canine, promossa dalla Polizia municipale di Verona in collaborazione con Amia. Presenti il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura ed il presidente di Amia Andrea Miglioranzi. “L’iniziativa – ha spiegato Lella – ha lo scopo di sensibilizzare i proprietari di cani ...

continua a leggere >>

 
«L’acqua, nelle nostre case, c’è e ci sarà sempre, a patto che tutti imparino a non sprecarla». Massimo Mariotti, Presidente di Acque Veronesi, lancia un’innovativa campagna mediatica di sensibilizzazione sul risparmio idrico in tutta la provincia, in un periodo in cui, a causa delle elevate temperature, i consumi sono decisamente superiori rispetto al resto dell’anno. L’iniziativa “A misura d’Acqua”, ideata e realizzata dalla società consortile che gestisce il servizio idrico in 73 Comuni della provincia scaligera, è stata presentata oggi , venerdì 19 luglio, nella sala Rossa della Provincia di Verona alla presenza del presidente di Acque Veronesi, Massimo Mariotti, del suo vice, Marco Olivati, del presidente di Agsm, Paolo Paternoster e dei presidenti di Amia, Andrea Miglioranzi, e del Consiglio di bacino Veronese, Mauro Martelli, del vicepresidente dell’ente provinciale, Fabio Venturi, e dell’assessore all’Ambiente del Comune di Verona, Enrico Toffali. Si tratta di una campagna di sensibilizzazione, a costo zero, sull’uso corretto e responsabile dell’acqua. Materiale informativo e brochure saranno inoltrati per la prima volta via mail, in formato pdf, a tutti i sindaci dei Comuni in cui opera Acque Veronesi. Saranno loro a gestire e veicolare i contenuti dell’iniziativa, con l’obbiettivo di coinvolgere il maggior numero dei propri concittadini invitandoli a rispettare l’ambiente ed in particolare l’ “oro blu”. Grazie al vasto database dell’azienda consortile, oltre agli amministratori locali, le locandine dell’iniziativa saranno inviate anche a tutti gli utenti, titolari d’impresa e famiglie, che hanno fornito in questi mesi i loro riferimenti ad Acque Veronesi. Durante la presentazione della campagna di sensibilizzazione sono stati inoltre mostrati in anteprima lo spot televisivo e quello radiofonico, interamente dedicati all’importanza della risorsa acqua, che a partire dal mese di agosto andranno in onda sulle principali emittenti televisive e radio locali. Si tratta di un cortometraggio, diretto e montato da un regista di primo livello, che sarà visualizzabile anche sui siti internet di Acque Veronesi e Amia, mostrato in occasione di eventi e manifestazioni organizzate dagli Enti in tema di rispetto ambientale e nelle numerose scuole di tutta la provincia dove Acque Veronesi abitualmente svolge lezioni e formazione sulle risorse idriche. Una divinità femminile impersonificherà l’acqua che tutti i giorni arriva nelle nostre case e che serve al nostro nutrimento e benessere, mettendo in risalto come della risorsa più importante del pianeta non vada sprecata nemmeno una goccia. Ma la campagna di sensibilizzazione non si limiterà soltanto al periodo estivo, durante il quale saranno informati anche i turisti che, come di consueto, affollano la nostra città. Acque Veronesi vuol far capire ai cittadini l’importanza di adottare comportamenti virtuosi durante tutto l’anno. Evitando sprechi, le famiglie, oltre a salvaguardare l’ambiente, risparmieranno anche sulla bolletta dell’acqua, in un periodo già di per sé difficile. Per farlo è sufficiente seguire alcuni piccoli accorgimenti, come quello di fare la doccia anziché il bagno nella vasca; applicare i frangigetto sui rubinetti (consentono un risparmio anche del 50% rispetto agli abituali consumi); non usare acqua corrente per innaffiare orti, giardini e automobili, ma riempire appositi recipienti così da dosare meglio le quantità. La realizzazione degli spot, come del resto tutta la campagna di sensibilizzazione, non è costata nemmeno un centesimo ai clienti di Acque Veronesi, grazie al supporto economico di numerosi sponsor che hanno sposato da subito la causa della salvaguardia delle risorse idriche, devolvendo un importante contributo economico in un momento di crisi come quello attuale....

continua a leggere >>

 
“Passano gli anni, ma otto son lunghi” cantava Celentano ormai nel secolo scorso. Otto anni dalla nascita della Goletta dei Laghi, la campagna nazionale d’informazione scientifica sullo stato di salute dei bacini lacustri, realizzata con il contributo del COOU (Consorzio Obbligatorio Oli Usati) e Novamont, iniziano ad essere un periodo significativo. Troppo poco significativi invece i miglioramenti sulla qualità delle acque della sponda veneta del lago di Garda, e in particolare dei suoi affluenti, da quando il viaggio della Goletta è iniziato. Come ogni anno i tecnici di Legambiente hanno infatti dato la caccia alle situazioni critiche che minacciano l’ecosistema lacustre, focalizzando l’attenzione sui sistemi di depurazione ancora oggi non adeguati alle reali necessità.
 “Il nostro compito è quello di individuare le criticità dei bacini lacustri con particolare attenzione, non solo dove ...

continua a leggere >>

 
Le acque superficiali di una trentina di Comuni veneti, principalmente della provincia di Vicenza, e di quelle limitrofe di Padova e Verona, sono interessate da livelli di inquinamento di diversa entità da sostanze perfluoro-alchiliche (PFOA), composti utilizzati principalmente per rendere resistenti ai grassi e all’acqua vari materiali come tessuti, tappeti, carta, rivestimenti per contenitori di alimenti. Lo ha evidenziato una campagna di misurazioni effettuata dal centro Nazionale delle Ricerche in accordo con il Ministero dell’Ambiente. L’assessore regionale alla sanità Luca Coletto, non appena informato, ha immediatamente attivato i tecnici del dipartimento regionale prevenzione che hanno richiesto un parere all’Istituto Superiore di Sanità sulle possibilità di rischio per la popolazione. E’ in itinere una dettagliata informativa all’autorità giudiziaria competente e sono già stati attivati i controlli di competenza dell’Arpav. «L’Iss – informa Coletto – ha rassicurato sull’assenza di un rischio immediato per la popolazione, ma a scopo cautelativo ha consigliato l’adozione di misure di trattamento delle acque potabili per l’abbattimento delle sostanze in questione e di prevenzione e controllo delle filiera idrica delle acque destinate al consumo umano nei territori interessati». ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 04/07/2013 @ 16:41:07, Sezione Ambiente)
Nella serata di ieri la Polizia Municipale ha effettuato un imponente servizio nelle zone di Borgo Milano e Saval, con otto pattuglie impegnate in controlli specifici sulla regolarità della circolazione dei ciclomotori, in particolare di quelli alterati e rumorosi. Complessivamente sono stati controllati 10 veicoli, 5 dei quali...

continua a leggere >>

 


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (143)
Ambiente (767)
Appuntamenti (70)
Arte (219)
Attualità (870)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1469)
Cultura (210)
Economia (1040)
Happy hour (122)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (523)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (987)
Scuola (222)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (376)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (872)
Spin Doctor (63)
sport (156)
Tempo libero (106)

Archiviati per mese:
Marzo 2019
Novembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top