Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
Mafia Capitale, la Cassazione: «Non fu associazione mafiosa» - Caos Brexit, sì dal parlamento all’intesa con la Ue ma salta il termine del 31 ottobre - Ecco come cambiano le misure su bonus, partite Iva, pagamenti, evasione fiscale - I curdi: «Ci stiamo ritirando dalla zona di sicurezza». Altre 150 ore di tregua |Video - RepTv - Sarà banale ma serve il socialismo - Ricordati di ricordare. L’importanza della memoria - Difendiamo Achille Lauro che reinterpreta Luigi Tenco -
Euler Hermes


Elenco articoli pubblicati in questa sezione (in ordine cronologico)

di Redazione Web (del 18/10/2015 @ 10:24:01, Sezione Ambiente)
E’ stato inaugurato in località Binelunghe il Nuovo Rifugio del Cane - Centro Benessere animale comunale. Presenti all’inaugurazione il Sindaco di Verona Flavio Tosi, l’Assessore all’Ambiente Enrico Toffali, il Presidente nazionale di ENPA-Ente Nazionale Protezione Animali on. Carla Rocchi, il Presidente della Sezione ENPA di Verona Romano Giovannoni e Mons. Giovanni Castioni, che ha benedetto la struttura. Durante la cerimonia di inaugurazione è stata inoltre posizionata la targhetta con l’intitolazione “Fondazione Cani & Gatti – Giorgio e Antonella Fietta”, i coniugi che con la loro donazione iniziale di 475 mila euro hanno dato il via alla realizzazione della struttura, costata complessivamente 1.924.586 euro, finanziati grazie all’apporto di Enti pubblici (Ministero della Salute, Regione Veneto, Comune di Verona) e di privati. “Ringrazio gli uffici comunali, le imprese che hanno realizzato la struttura, l'Ulss 20 e tutti i volontari di ENPA -ha detto il Sindaco Tosi- che con il loro impegno quotidiano garantiranno una buona qualità di vita agli animali ospitati un questa splendida struttura. Per la città è un risultato storico, che realizza un'idea nata 20 anni fa, quando con l'allora vicesindaco con delega alla tutela degli animali Francesco Girondini, si cominciò a parlare della necessità di realizzare un nuovo canile. Sono quindi particolarmente felice oggi di inaugurare questo nuovo centro, che assicura serenità e ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 07/10/2015 @ 13:44:36, Sezione Ambiente)
Un percorso formativo unico e innovativo, per la formula originale basata su due livelli distinti tra loro (primo livello Base e secondo livello Master). Ma anche completo e accessibile per la ricchezza del programma e la sostenibilità economica dell'iscrizione. E' il primo corso per Educatore Cinofilo targato ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 06/10/2015 @ 17:31:16, Sezione Ambiente)
Per il 2016 l'Associazione Asinology ha deciso di realizzare un calendario speciale: il CalendAsino. Per questo ha dato il via ad un concorso in cerca di scatti (anche d'epoca) che abbiano come protagonisti gli amici dalle lunghe orecchi, notoriamente assai fotogenici. Con le foto prescelte, che devono essere a risoluzione medio/alta in formato JPG, sarà composto il CalendAsino 2016 e per gli autori non mancheranno le sorprese! Per informazioni è possibile contattare ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 24/09/2015 @ 17:58:55, Sezione Ambiente)
La città di Verona si è aggiudicata il Green Award, il premio nazionale istituito dal Consorzio Recupero Vetro-CoReVe, per il risultato ottenuto nel 2014 nella raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio in vetro: 44,6 kg per abitante, miglior risultato del Veneto, che ha una media regionale del 43,7 kg e migliore risultato d'Italia, che ha una media nazionale di 29,7 kg per abitante. La Consegna del premio al Sindaco Flavio Tosi avverrà sabato 26 settembre al Castello di Montorio, al termine dello spettacolo di Zelig, che sarà offerto alla cittadinanza da CoReVe. Le motivazioni del premio sono state illustrate oggi in sala Arazzi dal presidente di CoReVe Franco Grisan, alla presenza del Sindaco Flavio Tosi e del presidente di Amia Andrea Miglioranzi. ...

continua a leggere >>

 
Una domenica densa di attività nel controllo dei cacciatori da parte della Polizia Provinciale. L'operazione più significativa è avvenuta a Ferrara di Monte Baldo, in località Malga Ime. Alle ore 6 del mattino è stato scoperto un cinquantenne, P. M., il quale transitava con il proprio fuoristrada sulla strada pubblica, munito di un fucile e di un faro per illuminare i campi alla ricerca delle lepri. L'uomo si è reso colpevole di diverse violazioni di legge poiché è vietato cacciare nelle ore notturne, così com'è vietato utilizzare fari e spaventare con sorgenti luminose la fauna, inoltre è fatto divieto anche di sparare da veicoli a motore e in vicinanza delle strade. Ma i reati commessi dall'uomo non finiscono qui. La Polizia Provinciale, infatti, nell'effettuare i controlli assieme ai Carabinieri di Caprino, ha scoperto che P. M. era privo di porto d'armi e di licenza di caccia e di conseguenza era sprovvisto anche di tesserino venatorio ed assicurazione. Tutto il materiale – fucile, colpi e ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 17/09/2015 @ 15:40:53, Sezione Ambiente)
Come salvaguardare e incrementare la presenza del fagiano di monte nella Foresta di Giazza? Ci ha pensato il Centro Forestale di Verona di Veneto Agricoltura che con un progetto ad hoc ha ricreato in Val Fraselle in Lessinia, a cavallo tra le Province di Verona e Vicenza (nei Comuni di Selva di Progno e Crespadoro), degli ambienti idonei a questa specie su formazioni a mugo assai povere in nicchie ecologiche ed in biodiversità. In ...

continua a leggere >>

 
Sono stati presentati dagli assessori alle Attività economiche Marco Ambrosini e alle Aziende partecipate Enrico Toffali i risultati dei controlli effettuati nei giorni scorsi dalla Polizia municipale contro l’abbandono dei rifiuti in centro storico. Presenti il presidente di Amia Andrea Miglioranzi e il Comandante della Polizia municipale Luigi Altamura.
“I controlli degli agenti in borghese, avviati su disposizione del Sindaco Flavio Tosi, anche a seguito di specifiche segnalazioni dei cittadini – spiega Toffali – hanno portato ad individuare una dozzina di soggetti che lasciavano rifiuti e ...

continua a leggere >>

 
Le ciclabili cittadine sono usate ogni giorno da centinaia di persone per gli spostamenti di servizio o per il tempo libero. Poiché contribuiscono ad alleggerire l'area urbana da ulteriore traffico motorizzato e a promuovere uno stile di vita attivo e salutare nella popolazione, oltre che ad attrarre un turismo sempre più interessato da attività dinamiche, esse sono un prezioso bene pubblico che andrebbe tutelato e promosso. «Al contrario, da numerose segnalazioni di utenti e da sempre più frequenti episodi di cronaca si nota un progressivo lento degrado delle loro condizioni, che rende il loro utilizzo difficile - dicono Corrado Marastoni, Direttivo Fiab Verona Luciano Lorini, vicepresidente Fiab VeronA - se non impossibile e pericoloso. È inevitabile individuare la principale, se non l'unica, causa di questa situazione in una manutenzione a singhiozzo, che trascura gli interventi periodici di controllo e riparazione lasciando degenerare le cose per poi spesso attivarsi solo in presenza di incidenti o di clamore mediatico. Per la loro emblematicità parliamo di alcuni casi messi in evidenza dalla stampa locale che negli ultimi giorni sono stati oggetto di una nostra ricognizione»....

continua a leggere >>

 
La Polizia Provinciale ha scoperto un allevamento di suini, nella frazione Casale di Grezzana, che scaricava i reflui zootecnici – feci ed urina prodotti dagli animali – direttamente nel vajo Squaranto. L'attività di monitoraggio era iniziata ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 24/07/2015 @ 16:08:12, Sezione Ambiente)
Questa mattina il Senato ha approvato l’articolo 21 della “Legge europea”, grazie al quale d’ora in poi nel nostro Paese sarà vietato catturare gli uccelli migratori per farne dei richiami da caccia. Con forte ritardo l’Italia si è così adeguata alla Direttiva comunitaria 2009/147/Ue che vieta l’uso di metodi non selettivi per la cattura degli uccelli. Le reti e il vischio, normalmente utilizzati dagli uccellatori, sono finalmente fuorilegge. Prima dell’approvazione dell’articolo 21, durante l’autunno di ogni anno, decine di migliaia di uccelli migratori venivano catturati nel corso del loro volo verso le zone di svernamento. Uccelli abituati a coprire migliaia di chilometri, ad avere per solo limite il cielo, dal momento della cattura[/7] erano costretti a vivere in gabbie delle dimensioni di un foglio A4. Aperti con una lametta per determinarne il sesso, spennati a vivo, rinchiusi tutto l’anno in cantine fredde e al buio, sottoalimentati, all’apertura della stagione venatoria venivano riportati alla luce. Convinti del sopraggiungere della primavera, i loro ritmi biologici così sfalsati li inducevano a cantare a tutto vantaggio dei cacciatori da appostamento che li utilizzavano, quindi, come richiami per altri malcapitati uccelli che finivano uccisi dalle doppiette. “D’ora in poi tutto ciò non sarà più ammissibile, gli uccelli tornano ad essere liberi di migrare nei nostri cieli, senza correre il rischio di finire nelle reti degli uccellatori italiani”, dichiara Massimo Vitturi, Responsabile Animali selvatici della Lav.


Comunicazione a cura della Lav, Lega antivivisezione
 
di Redazione Web (del 17/07/2015 @ 12:38:55, Sezione Ambiente)
In luglio e agosto sedici autobus ATV circolano per la città di Verona con esposti su retro e fiancate i sei elaborati vincitori del concorso “Premio Piccole Impronte” edizione 2014/2015 promosso dalla sede veronese della LAV con il Patrocinio della Provincia di Verona. Da anni la LAV propone alle scuole un tema di attualità finalizzato a stimolare nei bambini un comportamento rispettoso nei confronti degli animali. In particolare quest’anno è stata proposta la trattazione del tema della libertà degli animali, valore fondante della LAV. Molte scuole della città e della provincia hanno risposto con entusiasmo all’invito presentando elaborati composti da un disegno e da uno slogan ispirati al tema ...

continua a leggere >>

 
E’ tempo di tirare le somme sul Garda, sponda veronese. La Goletta dei Laghi, campagna nazionale di Legambiente per la tutela dei bacini lacustri italiani – in collaborazione con il COOU (Consorzio Obbligatorio Oli Usati) e Novamont – stamattina era a Verona, presso la sede locale del Cigno Verde, per diffondere alla stampa i dati relativi ai monitoraggi scientifici effettuati a inizio luglio dai nostri tecnici.
“Nell’anno in cui scade la Direttiva Quadro Europea 2000/60, che impone all’Italia di raggiungere uno status buono di qualità delle acque interne –spiega Federica Barbera, portavoce della campagna nazionale di Legambiente – il lago di Garda sponda veronese sembra ancora “arrancare” nella corsa frenetica che si concluderà il 31 dicembre prossimo. I monitoraggi effettuati grazie al nostro laboratorio mobile hanno come obiettivo, non quello di sostituirsi a quelli dell’Arpa regionale e dell’Asl, ma quello di evidenziare criticità per stimolare un dibattito con le istituzioni locali e fare in modo che il tema della qualità delle acque del lago diventi una priorità nell'agenda politica degli enti locali".
Purtroppo quella che emerge è una situazione immutata o quasi rispetto ad un anno fa. Sono sempre pessime, infatti, le condizioni a Lazise (foce torrente Marra), Garda (foce del torrente Gusa) e Bardolino (località Punta Cornicello, foce torrente San Severo), dove come l’anno scorso, anche quest’anno i campionamenti dei tecnici Legambiente hanno fatto emergere valori più del doppio superiori a quanto concesso dalla normativa vigente in Italia (Dlgs 116/2008), quindi il giudizio di Goletta è “fortemente inquinato”.
Passa da “fortemente inquinato” a “inquinato” il giudizio per il punto indagato a Castelnuovo del Garda, località ...

continua a leggere >>

 
Anche il COISP - il Sindacato Indipendente di Polizia, scenderà in piazza domani 15 luglio insieme ad altre sigle sindacali, davanti al Ministero per le Politiche Agricole a Roma, per dire no allo smantellamento del Corpo Forestale dello Stato ed al trasferimento di personale e funzioni verso diversi enti ed in buona parte verso l’Arma dei Carabinieri. “Ci opponiamo all’ennesima scriteriata riforma voluta dal Governo Renzi - commenta il Segretario Generale del COISP Franco Maccari - che con un colpo di penna cancella quasi due secoli di storia di un Corpo specializzato in materia di protezione ambientale e di tutela del territorio. Un provvedimento schizofrenico, poiché rischia di disperdere un enorme patrimonio di competenze specializzate proprio all’indomani dell’approvazione delle nuove norme sui reati ambientali. Insomma, da un lato il Governo approva nuove leggi per combattere le ecomafie e difendere l’ambiente, dall’altro smantella il Corpo che nei decenni ha maturato le competenze specifiche per contrastare quei reati. Noi siamo in piazza per difendere gli interessi dei cittadini, e degli Agenti del Corpo Forestale che, senza alcuna ragione logica, saranno costretti a svolgere una nuova attività lavorativa che inevitabilmente mortificherà le capacità e le competenze acquisite negli anni”.
 
di Redazione Web (del 07/07/2015 @ 12:52:13, Sezione Ambiente)
Un pomeriggio a 4 zampe, domenica 12 luglio ad Alcenago di Stallavena con la manifestazione organizzata dalla LAV con il patrocinio del comune, a partire dalle ore 15.30 presso la Fiera di Alcenago. L’ invito è rivolto a tutti coloro che condividono la loro vita con un cane e vogliano trascorrere un allegro pomeriggio domenicale tra abbai e scodinzolate mostrando orgogliosi il proprio beniamino. Si potrà iscrivere il proprio cane nel pomeriggio tra le ore 15.30 e le 17.30 in una delle 10 categorie previste. Dalle ore 16 sarà con noi Paola Signorini, istruttrice cinofila SIUA (Scuola Interazione Uomo Animale), per una sessione di Mobility Dog e giochi cognitivi con i partecipanti. Alle 18.30 la tradizionale e ricca estrazione a premi resa possibile dalla generosa offerta di molti sostenitori.
Ospiti d’onore questa volta saranno Tom e Dorian, bellissimi cuccioloni di Segugio, due degli animali sottratti ad una condizione di grave maltrattamento e cui i volontari dell’Associazione intendono al più presto trovare casa. Alle ore 19 saranno proclamati i vincitori di ciascuna categoria. Al tavolo informativo sarà possibile firmare la petizione con la quale chiediamo al sindaco di Verona e alla giunta di abolire la carrozzella a trazione equina.
Anche questa come le altre manifestazioni simili organizzate dalla LAV veronese ha l’obiettivo di raccogliere fondi per il ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 28/06/2015 @ 20:36:41, Sezione Ambiente)
Il mese di luglio porta con sé una novità importante al Parco Natura Viva: inizierà l’apertura serale, che da giovedì 2 luglio a sabato 29 agosto, terrà i cancelli aperti per i visitatori fino alle 21.00. Ma c'è di più: chi vorrà iniziare la propria camminata all'interno del Parco nel pomeriggio, potrà farlo acquistando un ...

continua a leggere >>

 


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (143)
Ambiente (767)
Appuntamenti (70)
Arte (219)
Attualità (870)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1469)
Cultura (210)
Economia (1040)
Happy hour (122)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (523)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (989)
Scuola (222)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (376)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (872)
Spin Doctor (63)
sport (156)
Tempo libero (106)

Archiviati per mese:
Agosto 2019
Marzo 2019
Novembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top