Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
RSS di - ANSA.it Premier: City, vittoria con il record - Germania: Bayern di misura,+9 su Schalke - Donnarumma insultato a San Siro, portiere in lacrime. Enrico Letta sta coi tifosi - Coppa Italia: Milan batte Verona 3-0 e accede ai quarti di finale - Non buon non Natale - Berlusconi: «Se nessuno vince avanti con Gentiloni. Mussolini? Non era proprio un dittatore» «Lo strappo di Salvini? Solo capricci» - Negozi, la battaglia degli orari |Schede La Chiesa: la domenica è per il riposo - Salma Hayek: «Weinstein è stato anche il mio mostro»  Le donne che lo accusano - Berlusconi: "Avanti con Gentiloni se non c'è maggioranza. Poi si rivoterà". Ira di Salvini contro Forza Italia - Turchia, summit Paesi islamici: "Dichiariamo Gerusalemme Est capitale dello Stato di Palestina" - Expo, sindaco Sala accusato di concorso in abuso ufficio. I legali: "Persecuzione della Procura generale" - Bonus mamma, il Tribunale di Milano contro l'Inps: non può negarlo alle straniere senza permesso lungo -
Euler Hermes


Elenco articoli pubblicati in questa sezione (in ordine cronologico)

Non appena ricevuta la comunicazione di quarantena dal Ministero della Salute (28 settembre) rispetto ad alcuni problemi rilevati in Germania su protesi mammarie e altri dispositivi prodotti da un’azienda brasiliana, la Regione del Veneto, tramite il Settore Farmaceutica, Protesica e Dispositivi Medici della Direzione Generale Sanità ha tempestivamente informato (circolare 29 settembre, con comunicazioni telefoniche già il 28 stesso) tutte le Aziende sanitarie della Regione, le Organizzazioni della Sanità privata, il comparto sanitario della Federazione Industriali del Veneto, il Cuspe e l’Ansoc della decisione ministeriale. Tutti i dispositivi in questione sono stati immediatamente bloccati e ne è stato vietato ogni tipo di utilizzo. Si precisa che il Ministero della Salute, nella circolare di quarantena, ha comunicato di non ritenere “al momento di intraprendere alcuna azione sui pazienti impiantati perché ad oggi non sussistono evidenze che possano far ritenere l’esistenza di rischi per la loro sicurezza”. I dispositivi oggetto della quarantena sono: impianti di silicone per chirurgia plastica; bendaggi gastrici e palloncini; impianti per urologia; impianti di silicone per chirurgia generale; dispositivi per misurazione di impianti al silicone.
 
di Redazione Web (del 30/09/2015 @ 16:53:49, Sezione Sanità)
Ospedale e realtà economico-sociali del territorio per costruire un percorso che possa offrire una vita ricca e significativa anche alle persone fragili, come possono essere le donne e gli uomini affetti da demenza. È questo il progetto “Officina della memoria” del Centro Decadimento cognitivo della Neurologia dell'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, diretta dal dottor Claudio Bianconi. Progetto che avrà come primo capitolo il convegno aperto al pubblico, in programma sabato 3 ottobre a partire dalle 15.30. L'evento sarà ospitato in un prestigioso luogo di cultura da sempre attento alle tematiche sociali come il Museo Nicolis di Villafranca. L'obiettivo dell'incontro è quello di informare e sensibilizzare la popolazione su una condizione patologica, la demenza, che nel solo Veronese interessa 12mila persone (report 2013 della Regione) di cui 9.241 affette da Alzheimer, su una popolazione di 227.363 ultrasessantenni. Dati destinati ad aumentare con il progressivo invecchiamento....

continua a leggere >>

 
A oltre vent’anni dalla prima edizione, Federfarma sottoscrive e diffonde un nuovo manifesto culturale della Farmacia, mettendo nero su bianco, con il supporto di Cittadinanzattiva - Tribunale per i Diritti del Malato, gli impegni assunti per andare incontro alle nuove esigenze della popolazione e i diritti del cittadino che entra in farmacia per avere non solo medicinali, ma anche consigli, informazioni, nuovi servizi. Nella conferenza stampa tenutasi questa mattina nella sede di Federfarma Verona, contemporaneamente a quella nazionale presso il Ministero della Salute, è stata presentata la nuova “Carta della Qualità della Farmacia” incentrata su 5 temi che fanno parte del DNA della farmacia: Accessibilità – Sicurezza - Accoglienza e personalizzazione – Standard di qualità dei servizi erogati – Informazione. All’incontro ...

continua a leggere >>

 
«208 inutili schiaffi ai malati e ai prescrittori. Ingiusti per gli obiettivi delle punizioni pecuniarie: a cominciare dalla gente malata che vuole sapere cos’ha e come può essere curata; inutili perché non servirebbero se si seguissero le politiche di appropriatezza attuate da tempo in Veneto. Se i gabellieri Renzi e Lorenzin si aspettano che saremo noi a mettere le mani nelle tasche dei cittadini e dei professionisti per loro conto si sbagliano di grosso. Dovranno mandare qualcuno di loro fiducia a fare il lavoro sporco, perché qui in Veneto non ce n’è alcun bisogno. Non lo dico io, lo dicono i dati».
Con queste parole il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia in qualche modo “anticipa” quale sarà la posizione del Veneto al “tavolo con le Regioni” attraverso il quale il Ministro Lorenzin pare intenda sistemare alcuni aspetti dell’applicazione del decreto che introdurrà una “stretta” su una lista di 208 esami clinici considerati a rischio di inappropriatezza, con multe a carico dei prescrittori e pagamento delle prestazioni interamente a carico dei pazienti....

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 22/09/2015 @ 08:23:31, Sezione Sanità)
Prende in via in questi giorni la seconda tranche del progetto pilota a livello regionale “Consulenze psicologiche e counseling in Farmacia”, 6 anche quest’anno le farmacie coinvolte a Verona e provincia riconoscibili dalla locandina, che punta a migliorare la qualità della vita dei pazienti malati di Alzheimer e dell'intero nucleo familiare per far sì che questa grave patologia degenerativa non venga vissuta in “isolamento”. L'iniziativa gratuita in collaborazione tra Federfarma Verona, Centro Servizi per il Volontariato, Associazione Alzheimer Verona, consiste nell'ospitare in sei farmacie di città e provincia uno psicologo e un volontario, con specifiche competenze, che programmano colloqui mirati di 45 minuti ciascuno all'interno delle farmacie. Attualmente sono circa 10.000 i pazienti affetti da demenze nella sola provincia di Verona, l'80% dei quali sono quelli colpiti dalla malattia di Alzheimer. Nella prima fase del progetto ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 18/09/2015 @ 08:27:02, Sezione Sanità)
Il centro diurno socio sanitario Leo Cirla, gestito dall'Istituto Assistenza Anziani, offre tutti i giorni accoglienza e numerose attività alle persone affette da demenze senili e Alzheimer. Il Centro è aperto tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 18, con una capacità ricettiva di 30 posti, disponibili per gli anziani affetti da queste patologie che sono ancora in grado di vivere nella ...

continua a leggere >>

 
«Si prova una sensazione primordiale, la stessa che prova un bambino che muove i primi passi». Simone Careddu, 35 anni, sardo, ma veronese di adozione, è sulla sedia a rotelle dal 2009, quando rimase vittima di un attentato in Afghanistan. Primo Maresciallo della Folgore, Simone ha indossato questa mattina all'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar l'Ekso, l'Esoscheletro robotico che gli ha permesso di alzarsi e deambulare. Ekso, l'Esoscheletro robotico, è risposta tecnologica più avanzata nel campo riabilitativo per i pazienti che hanno perso totalmente o parzialmente la facoltà di camminare a causa di lesioni midollari. Il “Sacro Cuore Don Calabria” è il secondo ospedale del Veneto che dispone del dispositivo robotico di ingegneria californiana, concepito inizialmente per finalità belliche, affinché i soldati americani potessero portare pesi superiori alle loro forze. Una volta indossato come una tuta (il peso è di 20 chilogrammi, ma viene scaricato totalmente a terra) permette al paziente non solo di stare in posizione eretta, ma ...

continua a leggere >>

 
Finita la fase di sperimentazione, tutte le 121 farmacie territoriali (107 associate a Federfarma Verona e 14 dell’Agec associate ad Assofarma) che operano nel territorio dell’Ulss 20 possono offrire a pieno regime alla cittadinanza il servizio di prenotazione ...

continua a leggere >>

 
42.500 ore di servizio a cui vanno aggiunte quelle della Guardia Farmaceutica notturna. È questo il volume di attività in agosto offerto dalle farmacie veronesi in tutto il territorio provinciale grazie ad un equo piano ferie che consente la capillarizzazione del servizio al cittadino anche nel mese clou delle vacanze. Una nota particolare merita il giorno di Ferragosto che quest’anno, cadendo di sabato, fa sì che non si registri la circostanza del classico ponte infrasettimanale, ma solo di una festività con Guardia Farmaceutica in un giorno prefestivo. Federfarma consiglia, inoltre, di porre attenzione al cambio di turno di Guardia Farmaceutica (adesso, come è noto, bigiornaliero) che scatta proprio alle ore 9 del 15 agosto, giornata in cui la cittadinanza non troverà, quindi, le farmacie aperte come di consueto durante il sabato, ma solo le 14 di turno (mattina, pomeriggio, notte) oltre a quelle in deroga soprattutto per ragioni turistiche. La stessa situazione si presenterà, come è naturale, anche domenica 16 agosto. «Invito i pazienti, con particolare attenzione ai soggetti cronici e anziani, a programmare in anticipo il ritiro dei farmaci in farmacia – dice Arianna Capri, vicepresidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. Durante tutto il periodo estivo è buona prassi recarsi dal proprio medico di medicina generale per essere in grado di coprire, con le adeguate prescrizioni, i diversi periodi di vacanza: del paziente, del medico di medicina generale (che comunque è supportato dai turni di sostituzione) e della farmacia sotto casa, soprattutto per le persone con difficoltà motorie. Il polo sanitario ...

continua a leggere >>

 
Dai primi di luglio le sospette reazioni avverse dei medicinali sono sottoposte ad un’azione di più stretto controllo (secondo quanto previsto dal Decreto del Ministero della Salute del 30 aprile 2015 “Procedure operative e soluzioni tecniche per un’efficace azione di Farmacovigilanza”) per rendere i farmaci più sicuri, non solo quelli già esistenti, ma anche quelli che attendono la cosiddetta AIC, autorizzazione di immissione in commercio. La richiesta di intensificazione dei controlli si allarga anche ai prodotti per la bellezza con la cosmetovigilanza e in una nota del 27 maggio 2015 il Ministero chiede agli operatori coinvolti, tra cui anche i farmacisti, di aumentare le segnalazioni per far sì che anche questo settore, ritenuto a torto poco rischioso per la salute, cresca nella considerazione scientifica sia della popolazione che degli operatori.
«Il farmacista viene coinvolto dal Ministero della Salute e insieme agli altri operatori spronato ad intensificare le schede di segnalazione, perché si tratta di ambiti molto delicati che riguardano la salute pubblica - spiega Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. L’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco riceve un ulteriore supporto nella farmacovigilanza dal Veneto con il CRUF, Coordinamento Regionale Unico sul Farmaco che ...

continua a leggere >>

 
Turista tedesco salvato con il defibrillatore a Lazise. È successo qualche giorno fa all’interno del campeggio Piani di Clodia, struttura turistica che ha da poco realizzato un piano di emergenza contro l’arresto cardiaco improvviso. Ad accorgersi del malore del tedesco è stata un’altra villeggiante che, senza perdere tempo, ha iniziato a praticare il massaggio cardiaco al sessantenne. Mentre la donna proseguiva la manovra di rianimazione, il responsabile della manutenzione del campeggio, Nicola Sega, è corso a prendere il defibrillatore. Arrivato al capezzale ...

continua a leggere >>

 
Da oggi Federfarma nazionale attiverà il numero verde 800 189 521 per promuovere il servizio gratuito di consegna a domicilio dei farmaci a favore di soggetti soli non deambulanti affetti da patologia cronica o grave, svolto dalle farmacie associate Federfarma aderenti all’iniziativa. Le farmacie aderenti all’iniziativa, per quanto concerne la provincia di Verona sono oltre il 95% di quelle presenti sul territorio e saranno riconoscibili da una specifica locandina. «Il servizio di consegna farmaci ,promosso tramite numero verde unico nazionale è a totale carico delle singole farmacie, molte delle quali hanno già attivato da tempo in tutta la provincia veronese la consegna domiciliare gratuita – dice Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. Sottolineo, al fine di evitare abusi che si ripercuoterebbero sul corretto andamento delle operazioni, che non si tratta di un servizio emergenziale, ma ...

continua a leggere >>

 
Mi giunge su facebook una nota di un amico che riporto integralmente. “Ciao Stefano 15 giorni fa mi hanno tolto un polmone causa un tumore maligno...volevo chiederti ora ke sono a casa...ora sono in malattia devo sottostare ai vari orari del controllo fiscale...mi chiedo nn è possibile ke un malato oncologico debba restare chiuso in casa negli orari previsti x paura dei controlli e nn possa invece uscire e svagarsi andando a cercare un po' di fresco nei nostri monti....invece di rimanere in casa con un alto rischio di cadere in depressione.... questo è un problema grave ke in trentino hanno già risolto....e qui da noi cosa si può fare.....? Grazie mille Stefano se mi puoi aiutare te ne saranno grati tutte le persone malate di tumore....”
La normativa sulle visite fiscali va cambiata, dice il consigliere regionale Stefano Valdegamberi. È assurdo che un malato oncologico sia costretto a sottostare alla disciplina delle visite ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 17/07/2015 @ 10:01:47, Sezione Sanità)
«Le nuove conoscenze scientifiche ci permettono di lasciarsi alle spalle il detto “noi siamo quello che mangiamo”, oramai superato, per fare posto a un nuovo concetto: noi siamo il cibo che assorbiamo» spiega il prof. Enrico Stefano Corazziari, UOC Gastroenterologia A, Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche, Sapienza, Università di Roma. Al bando gli alimenti che provocano una eccessiva fermentazione. Si ottiene così su una diminuzione del gonfiore del 50%, che, dopo 16 mesi, raggiunge il 66%. Inoltre il dolore addominale diminuisce del 40% già dopo un mese e la sua percezione è più che dimezzata anche dopo 16 mesi (info: www.ciboedisturbiaddominali.it). La pancia gonfia colpisce almeno il 20% della popolazione italiana, circa 12 milioni di persone. ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 12/07/2015 @ 20:33:51, Sezione Sanità)
Conservare correttamente i farmaci è più difficile d’estate perché una delle prime regole è quella di non esporli alla luce diretta del sole. Considerato, inoltre, che tutti i farmaci non dovrebbero subire temperature superiori ai 30° e le giornate torride di questi giorni pare che siano solo un assaggio di quella che si prevede essere un’estate particolarmente calda, si deve porre l’attenzione non solo sui farmaci che portiamo in vacanza, ma anche su quelli che si trovano a casa sul tavolo della nostra cucina e che assumiamo abitualmente. Tra le categorie più a rischio di alterazione sono i farmaci iniettabili, quindi liquidi, come l’insulina, che lasciati al sole possono vedere sensibilmente ridotta la propria efficacia con evidenti gravi danni per la salute del paziente. «Chiedere come si mantengano i medicinali e per quanto tempo siano utilizzabili, se correttamente conservati una volta aperta la confezione, è una delle domande fondamentali da rivolgere al farmacista - spiega Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. Ricordo che i farmaci non vanno mai lasciati alla luce diretta del sole e per questo devono sempre rimanere nella loro scatola, ma nemmeno lasciati a lungo in auto in una giornata calda e meno che mai nel bagagliaio preferendo comunque l’abitacolo, perché la lamiera funge da amplificatore del calore e può quindi alterare, anche in breve tempo, il principio attivo. Un altro luogo in cui non si devono lasciare è vicino ad elettrodomestici che producono calore come il frigorifero e il forno, ma neanche in ambienti troppo umidi come il bagno, dove invece molto spesso si ...

continua a leggere >>

 


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (141)
Ambiente (759)
Appuntamenti (68)
Arte (216)
Attualità (859)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1462)
Cultura (209)
Economia (1038)
Happy hour (122)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (523)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (963)
Scuola (216)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (371)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (833)
Spin Doctor (63)
sport (154)
Tempo libero (106)

Archiviati per mese:
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top