Direttore Beppe Giuliano
Settimanale di Verona
RSS di - ANSA.it MWC, da Nokia i nuovi smartphone - Al via MWC, da Huawei Pc e tablet - Da Dolce e Gabbana sfilano i droni - Marni e le costruzioni futuristiche - Troppa neve a Torino - Foto  Rinviata Juve-Atalanta Video Lazio batte Sassuolo ed è terza - Scuole chiuse a Roma per Burian: allerta neve in tutta Italia| Il meteo - La famiglia che vive in un rifugio a 2.000 metri «Burian non ci spaventa» - Burian il terribile e i profeti di sventure - Temperature in picchiata e neve: gelo storico. Domani scuole chiuse a Roma - Veltroni con Gentiloni: "Berlusconi resta avversario. Senza maggioranza si torna al voto" - Milano, l'arringa infinita di Silvio Berlusconi che attacca tutti - Venezia, crolla palo sul Ponte della Libertà: Vigili del Fuoco a lavoro per ripristinare circolazione -
Euler Hermes


Elenco articoli pubblicati in questa sezione (in ordine cronologico)

Venerdì 18 novembre 2016 chi entrerà in una delle 78 farmacie veronesi aderenti all’iniziativa “In farmacia per i bambini” della Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus, potrà donare farmaci pediatrici da banco, prodotti baby care, alimenti per l’infanzia che verranno utilizzati per assistere bambini in difficoltà del nostro territorio. L’iniziativa è stata presentata questa mattina nella sede di Federfarma Verona e vede coinvolte anche le farmacie comunali dell’Agec. A rendere possibile la raccolta sarà l’autotassazione delle farmacie e la presenza di oltre cento volontari, mentre i farmaci donati andranno a 8 enti socio assistenziali: 6 Centri Aiuto Vita (sedi di Verona, Caldiero, Nogara, Legnago, Villafranca, San Bonifacio), l’associazione Il Castello dei Sorrisi onlus di Casteldazzano e il Comune di Verona. L’evento è patrocinato tra gli altri dalla Regione Veneto e dal Comune di Verona....

continua a leggere >>

 
Inizierà nei primi giorni di novembre la campagna vaccinale anti influenzale 2016-2017 organizzata, come ogni anno, dalla Regione del Veneto. Allo scopo sono state acquistate e sono disponibili 800 mila dosi di vaccino. Ne dà notizia l’Assessore alla Sanità Luca Coletto. “Come negli scorsi anni – ricorda l’Assessore – stiamo per affrontare un periodo nel quale avremo a che fare con un virus solo apparentemente banale, soprattutto per le categorie di persone a rischio. Va quindi considerato come un potenziale pericolo e occorre valutare bene la situazione prima di decidere di non vaccinarsi, rivolgendosi al proprio medico di fiducia e non alle bufale del web. Lo dico anche per le persone sane, perché delle complicazioni si registrano ogni anno anche in chi non sarebbe apparentemente a rischio”. Dalla stagione 2009-2010 a quella 2015-2016 si sono infatti verificati complessivamente 87 decessi, 124 casi gravi e 502 ricoveri in ospedale. I casi severi e le complicanze dell’influenza ...

continua a leggere >>

 
L’emergenza Blue tongue in Veneto sta mettendo drammaticamente in luce, se mai fosse stato necessario, come la pluriennale politica di sottovalutazione dei compiti di sanità pubblica veterinaria, l’indebolimento ormai giunto a livelli senza precedenti degli organici dei servizi veterinari, il declassamento e l’impoverimento di personale della struttura regionale specifica stiano producendo danni gravissimi. Una penalizzazione che la Regione in questi anni ha messo in atto con pervicace noncuranza, senza preoccuparsi delle inevitabili conseguenze, e nonostante il grido d’allarme e i richiami alla ragionevolezza del Sindacato dei veterinari di medicina pubblica». Sono i veterinari del Sivemp Veneto a lanciare un grido d'allarme per trovare una soluzione che l'epidemia, sostengono, ha solo aggravato. «Da tempo denunciamo la devastante politica di tagli lineari, lo smantellamento di strutture importanti, le profilassi di Stato definanziate, la decisione di affidare il coordinamento della struttura di sanità veterinaria regionale a un vertice medico privo delle competenze specifiche, servizi veterinari delle Ulss sempre più penalizzati. Ormai da troppo chiediamo alla Regione (senza ottenere risposte!) quali motivi siano alla base di una discriminazione così pesante e miope, viste le ricadute che il nostro lavoro ha sulla salute dei cittadini e sulla salubrità e qualità dell’intera filiera agroalimentare. Intanto le emergenze continuano a ripresentarsi ...

continua a leggere >>

 
La proposta dei bollettini postali in farmacia scaturita a Catania da Pharmevolution nell’ambito del progetto “Farmacia 4.0” suscita enormi perplessità da parte dei farmacisti che si chiedono e se lo chiede anche Federfarma Verona, se non sia questo il tentativo di snaturare la vera mission della categoria che è sempre stata quella sanitaria e sociale. «Condanniamo un’ipotesi di questo tipo perché crediamo che la farmacia debba essere contenitore ed erogatore di servizi sociosanitari che niente hanno a che fare con il pagamento dei bollettini postali - spiega Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona -. Da anni le farmacie italiane e in particolare quelle veronesi offrono con grande impegno personale servizi a costo zero per la popolazione come lo screening del tumore al colon retto in collaborazione con le Ulss locali, lo Studio Osservazionale sulla Fibrillazione atriale per i pazienti over 50 in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, quello sull’Aderenza ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 20/10/2016 @ 17:47:49, Sezione Sanità)
La riforma della sanità veneta approvata ieri in consiglio regionale, con il passaggio delle Ullss da ventuno a nove e con la nascita dell’Azienda Zero costituisce una sorta di “rivoluzione” nella gestione dei servizi amministrativi, che non tocca in alcun modo i servizi e le cure sia ospedalieri che territoriali ma, al contrario, punta a potenziarli utilizzando le risorse risparmiate in burocrazia, in sovrapposizione di uffici con gli stessi compiti, in sistemi informatici non omogenei, nella produzione delle cosiddette “carte” che non fanno altro che complicare la vita agli operatori sanitari ma, soprattutto, alla gente, sia in termini di costi che di tempo dedicato. Le novità sono numerosissime, sia di sistema che di dettaglio. Di seguito se ne evidenziano ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 18/10/2016 @ 16:50:41, Sezione Sanità)
Sarà un'intera giornata dedicata al meraviglioso evento della nascita e alle prime settimane di vita del bambino quello che si svolgerà sabato 22 ottobre dalle 10-17 al Centro diagnostico terapeutico Ospedale Sacro Cuore di via San Marco 121, a Verona (all'interno del Centro polifunzionale Don Calabria). Le ostetriche dell'ospedale Sacro Cuore Don Calabria saranno a disposizione dei futuri e dei neogenitori per rispondere a tutte le domande sulla gravidanza, il parto e le prime settimane di vita del neonato. Inoltre illustreranno i servizi del Centro diagnostico terapeutico dedicati alla mamma e al bambino e forniranno informazioni sul Punto Nascita di Negrar, dove all'anno vengono alla luce circa mille bambini. L'Unità operativa di Ginecologia e Ostetricia, diretta da Marcello Ceccaroni, dispone di quattro accoglienti sale travaglio-parto, di cui una dotata della vasca per il travaglio e il parto in acqua. Durante l'assistenza viene posta particolare attenzione alle posizioni preferite dalla partoriente e si può effettuare, gratuitamente, 24 ore su 24 e per tutto l'arco dell'anno il parto indolore (anestesia epidurale). Adiacenti al ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 18/10/2016 @ 09:48:13, Sezione Sanità)
Tutti ci sentiamo al sicuro all’interno della nostra abitazione. Eppure gli incidenti domestici costituiscono un rilevante problema di sanità pubblica: nel nostro Paese, ogni anno, circa ottomila persone perdono la vita in seguito ad un incidente domestico (più del doppio rispetto ai decessi per incidente stradale) che rappresenta pertanto la quinta causa di morte prevenibile. Le conseguenze più gravi in termini di mortalità e di invalidità permanente riguardano i bambini in età prescolare e gli anziani. In particolare le cadute rappresentano per la popolazione anziana la modalità più frequente di incidente domestico, spesso con ...

continua a leggere >>

 
Sono disponibili nelle 236 farmacie di Verona e provincia i vaccini contro l’influenza stagionale per la stagione 2016/2017. Rispetto all’anno scorso l’ondata influenzale sarà, secondo le previsioni dell’Istituto Superiore di Sanità, maggiormente aggressiva generando un contagio ancora più massiccio del solito ed è per questo motivo che viene consigliata la vaccinazione anche alle fasce cosiddette meno a rischio. «Prevedendo un virus più aggressivo e con nuove varianti è logico che sia ancora più caldamente consigliata la vaccinazione prima di tutto alle fasce a maggior rischio, ovvero anziani e malati - spiega Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona –, ma anche alle persone che hanno generalmente un sistema immunitario più forte, cioè la popolazione adulta e sana, con particolare attenzione agli over 50. Proprio quando si rischiano le pandemie è fondamentale che la maggior parte della comunità sia protetta per interrompere, o comunque diminuire, il velocissimo circolo del contagio. La preoccupazione non deve, quindi, limitarsi a se stessi, ma a chi ci sta vicino. Non infettare le persone anziane, ad esempio, è determinate perché la protezione generata dalla vaccinazione nei soggetti con più di 65 anni è statisticamente del 30/50%. Il nostro consiglio è di vaccinarsi quanto prima perché ad ...

continua a leggere >>

 
Prenderà il via a novembre, in 78 farmacie associate a Federfarma Verona il progetto nazionale “Farmacia amica dell’anziano – Fare aderenza” promosso dall’Università di Brescia in collaborazione con Federfarma Verona, Feder.Farmaco il più grande gruppo associativo italiano di farmacisti riuniti in cooperativa, Federanziani, FIMMG la Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale e in sinergia con altre province italiane. Il progetto gode del patrocinio dell’Ordine dei Farmacisti di Verona e dell’Agifar, l’Associazione Giovani Farmacisti di Verona. Obiettivo è migliorare l’aderenza alla terapia, detta anche compliance, di anziani over 65 appositamente “reclutati” in farmacia. I pazienti saranno monitorati per oltre 6 mesi con l’ausilio di una apposita piattaforma informatica, e l’invio personalizzato di sms di ricordo assunzione farmaco che andranno a segnalare il rispetto delle dosi nonché dei tempi di assunzione della terapia in corso. I pazienti cronici poco “aderenti”, che non assumono cioè scrupolosamente i medicinali prescritti dal medico, saranno preventivamente individuati dai farmacisti attraverso colloqui mirati e un apposito questionario scientificamente validato (Morisky), somministrato in farmacia. I soggetti da reclutare verranno scelti tra quelli in terapia cronica per Ipercolesterolemia in trattamento con una statina oppure Ipertensione in trattamento con Ace inibitori/sartani/diuretici ed identificati quali basso aderenti alla propria terapia. Gli anziani che parteciperanno al progetto usufruiranno, presso le 78 farmacie partecipanti, di un applicativo in grado di segnalare anche l’incompatibilità fra i vari farmaci assunti e l’incompatibilità con allergie oltre, appunto, al servizio di segnalazione dell’orario e della dose di assunzione della propria terapia. A fine percorso verrà ripetuto il test Morisky per valutare il livello di miglioramento raggiunto dal paziente. ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 14/10/2016 @ 10:56:35, Sezione Sanità)
Dei 36 Comuni che fanno parte della Conferenza dei Sindaci dell'Ulss 20, Verona è forse l'unico ad aver emesso l'ordinanza sindacale che limita l’apertura delle sale slot e l’accensione degli apparecchi da gioco con vincita in denaro, presenti negli esercizi commerciali. Pertanto, su proposta del Sindaco Flavio Tosi, la Giunta comunale nella seduta di ieri ha dato mandato all'assessore ai Servizi sociali Anna Leso di ribadire l'invito a tutti i primi cittadini che partecipano alla Conferenza dei Sindaci ad emettere analoga ordinanza. “Verona è forse l'unico Comune che prevede per le sale giochi autorizzate -spiega il Sindaco Tosi- l’apertura dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 22, per un totale di 8 ore rispetto alle 14 consentite dall’ordinanza del 2000. Anche gli apparecchi di intrattenimento e svago, con vincita in denaro, che si trovano ...

continua a leggere >>

 
Due reparti completamente rinnovati, pensati per il benessere e per il comfort del paziente e dotati di tutti i dispositivi tecnologici necessari per il tipo di assistenza a cui sono dedicati. E' questo il risultato della ristrutturazione del quarto piano dell'ospedale Don Calabria di Negrar, che ospita l'Unità Operativa di Geriatria e le degenze del Centro per le Malattie Tropicali. Ad inaugurali questa mattina è stata la benedizione del superiore generale dei Poveri Servi della Divina Provvidenza, padre Miguel Tofful, in occasione della tradizionale Festa di San Giovanni Calabria fondatore della Cittadella della Carità, di cui fa parte l'ospedale Sacro Cuore Don Calabria. “Credo che questo piano, dove ci troviamo, sarebbe stato particolarmente caro a don Calabria – ha detto il presidente dell'ospedale, fratel Gedovar Nazzari -. La Medicina Tropicale si occupa delle malattie originarie dei Paesi in via di sviluppo, quindi dei poveri del mondo e dei migranti. Le cosiddette ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 05/10/2016 @ 08:52:32, Sezione Sanità)
Sono aumentate di numero ed ora sono circa una su quattro le farmacie del territorio dell’Ulss 20 associate a Federfarma Verona che partecipano al progetto di sperimentazione “Ecofarmacia” eseguendo le varie fasi della vera dematerializzazione della ricetta medica. Oggi risultano oltre 200.000 le ricette “evase” a partire dalla metà di maggio. Altre farmacie nell’ambito della Regione Veneto (alcune di Padova,Venezia e Treviso), oltre alle veronesi facenti capo ad Agec, stanno partecipando alla stessa sperimentazione. «Proseguiamo con la convinzione che il progetto “Ecofarmacia” sia valido e proficuo per tutti: pazienti, medici, farmacisti e Servizio Sanitario Nazionale. Il nostro ruolo è quello di fare da apripista monitorando attentamente le farmacie partecipanti alla fase sperimentale ed evidenziare eventuali criticità che dovranno essere poi superate per potere ...

continua a leggere >>

 
Proseguirà fino al 31 dicembre 2016 in 79 farmacie di Verona e provincia lo Studio Osservazionale sulla Fibrillazione Atriale partito a maggio e rivolto ai cittadini over 50, finalizzato anche ad incrementare la ricerca nell’ambito di questa patologia subdola perché spesso asintomatica. Il protocollo dello Studio in accordo con la Dichiarazione di Helsinki è stato approvato dal Comitato Etico per la Sperimentazione Clinica delle province di Verona e Rovigo. "Il contributo della Farmacia italiana e dei Medici di Medicina Generale alla prevenzione all'ictus - Lo screening della fibrillazione atriale in farmacia: studio osservazionale", che doveva concludersi a settembre, è promosso da Federfarma Verona e vede la collaborazione, oltre al promotore, dell’Unità Operativa Complessa di Medicina Generale per lo Studio e il Trattamento della Malattia Ipertensiva dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e di FIMMG Verona con il coinvolgimento del Pronto Soccorso AOUI e il patrocinio dell’Ordine dei Farmacisti della provincia di Verona, dell’Ordine dei Medici della provincia di Verona e della Società Italiana per l’Ipertensione Arteriosa. «La fibrillazione atriale è una delle cause prevenibili di invalidità e morte ...

continua a leggere >>

 
di Redazione Web (del 29/09/2016 @ 17:46:53, Sezione Sanità)
Vaccini gratuiti anche per i bovini ‘nelle aree di restrizione per puntare alla eradicazione della malattia e certificazioni veterinarie per la movimentazione dei capi a carico dei servizi veterinari delle Ulss, sono le due nuove azioni che la Regione Veneto intende assumere per contenere e debellare l’epidemia di ‘blue tongue’, la febbre catarrale maligna che sta colpendo greggi e armenti negli alpeggi del Bellunese, del Trevigiano e del Vicentino e che, con la ‘demonticazione’ dei capi, rischia di arrivare anche in pianura. “Nella riunione odierna con i responsabili dei servizi veterinari e di sicurezza alimentare, del dipartimento Agricoltura e del dipartimento Prevenzione della Regione Veneto abbiamo monitorato gli esiti delle prime azioni condotte per contenere l’epidemia e definito il piano d’azione ...

continua a leggere >>

 
«L’abbandono di animali è un reato e il personale del Pronto soccorso non fa eccezione. Mi auguro che quanto prima il presidente Zaia intervenga presso le Ulss affinché emanino precise direttive per il rispetto della legge». La richiesta, formulata con un’interrogazione, è del consigliere del Partito Democratico Andrea Zanoni dopo il caso avvenuto questa estate nel Feltrino e reso noto nei giorni scorsi dalla stampa: un incidente d’auto con ferimento del guidatore, a bordo con la sua cagnolina, incolume ma impaurita. L’uomo, soccorso e trasportato in ospedale con l’ambulanza, chiede di far salire a bordo anche l’animale, incontrando però il rifiuto del personale. «La cagnolina ha inutilmente inseguito il mezzo di soccorso, poi si è smarrita. Per una settimana – dice Zanoni – il padrone non ha avuto notizie. Fortunatamente è stata ritrovata in una malga di Croce d’Aune, a parecchi chilometri di distanza da dove era stata lasciata sola, da una ragazza che aveva letto la vicenda su ...

continua a leggere >>

 


^ Torna su ^

Cerca tra le notizie
 
gsk
Pillole
top
left euposia right
bottom
Titolo
Archiviati per sezione:
Agricoltura (141)
Ambiente (760)
Appuntamenti (68)
Arte (218)
Attualità (859)
Boomerang (2)
Bulldog (30)
Costume (2)
Cronaca (1462)
Cultura (209)
Economia (1038)
Happy hour (122)
Inchiesta (15)
Musica (3)
Pecora Nera (15)
Politica (523)
Pungitopo (1)
Quattro chiacchiere (8)
Redazione (2)
Salute (34)
Sanità (967)
Scuola (216)
Sogno o son destro? (110)
solidarietà (371)
Sparagli Piero (42)
Spettacoli (841)
Spin Doctor (63)
sport (154)
Tempo libero (106)

Archiviati per mese:
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017
Agosto 2017
Luglio 2017
Giugno 2017
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006

L'Adige - Archivio numeri arretrati
top
left pillole right
bottom
Titolo  
L'ADIGE di Verona

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona
nr. 1356 del 16/3/99
Iscrizione al Registro Nazionale della
Stampa n. 8857 del 15/12/2000

CONTESTO EDITORE scarl
Palazzo Ravignani - Via Frattini, 3
37121 Verona

Presidente e Direttore Responsabile:
Beppe Giuliano
Caporedattore:
Nicoletta Fattori

Redazione e Pubblicità:
Via Frattini, 3 - 37121 Verona
Tel. 045 8002685
Fax 045 596242
Per l’invio di comunicati stampa:
desk@giornaleadige.it

 

Feed XML RSS 0.91
Feed XML Atom 0.3

Valid XHTML 1.0 / CSS top